Fiat Chrysler Automobiles ai Classic Days presso il Castello Dyck

539 0
539 0

Dal 3 al 5 agosto si svolgerà in Germania l’evento annuale “Classic Days”, dedicato alle vetture del passato e ospitato presso il castello medievale Schloss Dyck, poco lontano da Düsseldorf. Alla prestigiosa rassegna partecipa FCA Heritage, il dipartimento del Gruppo dedicato alla tutela e alla promozione del patrimonio storico dei marchi italiani di FCA, che accoglierà sul suo stand modelli di epoche diverse appartenenti ai brand Alfa Romeo, Fiat e Abarth.

Tra le vetture storiche esposte si distinguono i due gioielli provenienti dal Museo Storico Alfa Romeo di Arese, denominato “La macchina del tempo”: la 33 TT 12 del 1975 e la 155 V6 Ti DTM del 1993, che saranno rispettivamente condotte in parata da due “stelle” del motorsport, Arturo Merzario e Christian Menzel. Proprio con Arturo Merzario alla guida della 33 TT12, l’Alfa Romeo conquistò il campionato Mondiale Marche nel 1975.
Accanto a questi capolavori del passato il primo SUV della storia del brand e il più veloce della sua categoria: Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio. Sullo stand non mancano altri modelli da collezione, come l’Alfa Romeo Giulia Sprint Speciale del 1963, l’Alfa Romeo Giulia GTA del 1965 e la Fiat 124 Sport Spider del 1969, oltre a due vetture capaci di suscitare forti emozioni come l’Abarth 695 Rivale e la Fiat 124 Spider S-Design.

Alfa Romeo 33 TT 12 (1975)
Alfa Romeo 33 TT 12

Alfa Romeo 33 TT 12 (1975)

Sviluppata dal geniale ingegnere Carlo Chiti, l’Alfa Romeo 33 TT 12 Telaio Tubolare fece il proprio debutto a Spa nel 1973 e consentì al marchio di stravincere il Campionato del Mondo Costruttori del 1975 ottenendo sette vittorie su otto gare disputate. L’automobile si distinse particolarmente nella Targa Florio, in cui Nino Vaccarella e Arturo Merzario ottennero la decima vittoria del Biscione nella leggendaria kermesse.
Proprio nella competizione siciliana il marchio Alfa Romeo ha firmato alcune delle pagine più belle della sua storia sportiva conquistando 10 vittorie assolute, 3 secondi posti, 7 terzi posti e 10 giri più veloci. Un palmares straordinario che si arricchisce di due record: quello delle vittorie consecutive (6 successi dal 1930 al 1935) e quello delle doppiette, in tutto cinque. A queste si aggiungano le numerose vittorie di classe con le Giulietta SZ, e le Giulia GTA, TZ e TZ2.

Alfa Romeo 155 V6 Ti DTM (1993)
Alfa Romeo 155 V6 Ti DTM (1993)

Alfa Romeo 155 V6 Ti DTM (1993)

La blasonata Alfa Romeo 155 V6 Ti DTM partecipò agli inizi degli anni Novanta al Deutsche Tourenwagen Meisterschaft (DTM) che allora era di gran lunga il campionato più prestigioso per le vetture turismo. Nei primi anni la griglia era formata esclusivamente da costruttori tedeschi, poi, nel 1993, l’Alfa Romeo decise di partecipare ufficialmente con la 155 V6 Ti guidata dai piloti Alessandro Nannini e Nicola Larini e con altre vetture affidate a team semi-ufficiali.

Il suo esordio fu strepitoso: nel primo appuntamento di Zolder (Belgio) la 155 V6 Ti si aggiudicò la vittoria in entrambe le manches. A fine stagione, su 20 gare, Larini ne vinse ben 10 che sommate alle 2 vittorie di Nannini, oltre ai numerosi podi e piazzamenti dei due piloti italiani, valsero il titolo Costruttori ad Alfa Romeo e quello dei Piloti a Larini. Fu un vero shock per la concorrenza tedesca che dovette accettare la conquista del Campionato DTM 1993 da parte di un marchio italiano al suo debutto in questa competizione di altissimo livello.

Alf Romeo Stelvio Quadrifoglio a Goodwood
Alf Romeo Stelvio Quadrifoglio

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio

Prestazioni estreme e tecnologia d’avanguardia trovano il giusto corrispettivo nello stile unico di Stelvio Quadrifoglio, la massima sintesi del design italiano, interpretato in chiave Alfa Romeo, frutto della perfetta sinergia tra forma e funzione che si sviluppano attorno ad un corpo vettura sensuale e atletico. Non solo: Stelvio Quadrifoglio vanta numerosi primati nella sua categoria diventando, di fatto, il punto di riferimento del segmento dei SUV compatti premium e lo scorso settembre sul mitico circuito del Nürburgring ha ottenuto il nuovo record di categoria: 7 minuti, 51 secondi e 7 decimi. Stelvio Quadrifoglio è equipaggiato con l’esclusivo motore in alluminio 2.9 V6 Bi-Turbo benzina, che eroga 510 CV di potenza massima e sviluppa una coppia massima di 600 Nm.

L’unità è abbinata al cambio automatico a otto marce con calibrazione specifica, che consente cambiate in soli 150 millisecondi in modalità di guida Race. Eccezionali le prestazioni: accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 3,8 secondi e velocità massima di 283 km/h, la più elevata della categoria. Ma il SUV sportivo di Alfa Romeo si dimostra anche particolarmente efficiente nelle emissioni e nei consumi, grazie al sistema di disattivazione dei cilindri a controllo elettronico e alla funzione “sailing”, disponibile in modalità Advanced Efficiency. E per la prima volta il motore 2.9 V6 Bi-Turbo benzina da 510 CV è abbinato all’innovativo sistema di trazione integrale Q4 che garantisce il massimo livello in termini di prestazioni, motricità, piacere di guida e sicurezza in tutte le situazioni.

Abarth 695 Rivale
Abarth 695 Rivale

Abarth 695 Rivale

Abarth 695 Rivale nasce dall’incontro tra due eccellenze italiane nel campo della tecnologia, dell’innovazione, della cura per il dettaglio e della ricerca della performance: Abarth e Riva, marchio storico della nautica mondiale da sempre sinonimo di eleganza e stile italiano, che ha contribuito alla creazione della Abarth più raffinata di sempre. Abarth 695 Rivale è elegante e unica come un motoscafo Riva, e garantisce performance eccezionali come ogni serie speciale Abarth. Disponibile in serie limitata in versione berlina e cabrio, la Abarth 695 Rivale si riconosce grazie alla sua esclusiva livrea: vernice a due tonalità Riva blu sera Riva e Shark Grey impreziosita da un doppio tratto color acquamarina che la percorre all’altezza della linea di cintura e richiama la “linea di bellezza” degli yacht.

Le finiture cromo satinate per le maniglie delle porte, la firma “695 Rivale” sul portellone posteriore e sui parafanghi posteriori, la modanatura cromo satinata sul portellone posteriore che evoca le forme sofisticate di uno yacht, rendendo ancor più inconfondibile questo modello grazie all’affinità estetica con la griglia laterale dei nuovi yacht Riva. A tanto fascino corrisponde la consueta ricerca delle migliori performance attraverso il costante upgrade tecnico che caratterizza ogni vettura Abarth: sotto il cofano della 695 Rivale, infatti, si cela un motore da 1368 cm3 che garantisce una potenza massima di 180 CV e una coppia di 250 Nm.

Il rapporto peso-potenza della 695 Rivale è da autentica supercar (5,8 kg/CV con una massa di 1045 kg) e le prestazioni sono straordinarie: 225 km/h di velocità massima e 6,7″ per accelerare da 0 a 100 km/h. Si tratta quindi di una vettura in grado di appagare clienti sofisticati alla ricerca di eleganza, raffinatezza e prestazioni.

124 Spider S-Design
Fiat 124 Spider S-Design

Fiat 124 Spider S-Design

Fiat 124 Spider S-Design è la serie speciale che sottolinea il dinamismo e la sportività dell’esaltante roadster a due posti di casa Fiat. Basata sul ricco allestimento “Lusso”, si arricchisce di ulteriori dettagli di stile che conquisteranno gli amanti delle performance e delle emozioni della guida a cielo aperto. La nuova collezione comprende roll-bar, montante anteriore e calotte degli specchietti retrovisori nella colorazione brunita, e completano la caratterizzazione estetica i cerchi in lega leggera da 17″ dal design specifico, il badge tricolore sul posteriore e la sportiva banda adesiva rossa che sottolinea la fiancata classica, il baricentro basso e l’abitacolo arretrato.

Una silhouette slanciata, con proporzioni da sportiva di razza. Non solo stile, ma anche contenuti: la 124 Spider S-Design offre sempre di serie 4 airbag, climatizzatore automatico, radio mp3 con porta USB e quattro altoparlanti, sedili e volante in pelle, plancia inferiore e palpebra del cruscotto con cuciture a vista, cruise control, sistema Keyless go. Non manca il cofano attivo, il doppio scarico cromato e i fari fendinebbia.

Le emozioni si amplificano mettendola in moto: la Fiat 124 Spider S-Design è dotata del motore turbo a quattro cilindri da 1,4 litri con tecnologia MultiAir, che eroga 140 CV di potenza e 240 Nm di coppia, ed è disponibile con cambio manuale a 6 marce e cambio automatico. Le prestazioni, con il cambio manuale, sono di tutto rilievo: 215 km/h di velocità massima, e 7,5 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h (214 km/h e 7,6 secondi i dati relativi alla versione con il cambio automatico).

Ultima modifica: 31 luglio 2018

In questo articolo