Dodge: Charger, il Generale Lee della televisione americana

823 0
823 0

La Dodge Charger arancione, classe 1969 era l’automobile del mitico Generale Lee, personaggio della serie Hazzard. Esaminiamo questa automobile.

Hazzard è stata una nota serie tv americana, che ebbe un grandissimo successo anche in Italia, nei primi anni ottanta. Tutti gli appassionati di questa serie, si ricorderanno certamente le sempre presente rampa di terra a lato della strada, per spiccare il volto e saltare in modo sorprendente ogni ostacolo che si presentasse davanti. Stiamo parlando chiaramente del personaggio del Generale Lee e la sua mitica automobile Dodge Charger di colore arancione. Come dimenticare gli incredibili inseguimenti senza fiato, nella campagna aperta americana.

Nella serie Hazzard, il Generale Lee era un personaggio assolutamente indistruttibile. Anche dopo 10 metri di volo e un atterraggio con la propria Dodge su due ruote, il Generale Lee era pronto a proseguire la propria corsa, senza nessun tipo di acciacco. Tuttavia, il discorso nella realtà era ovviamente ben diverso. Sembra che in quegli anni si stato particolarmente difficile trovare dei modelli di Dodge Charger, considerando quanti ne sono stati danneggiati per le riprese di Hazzard. La produzione, sembra sia stata ad un certo punto costretta ad utilizzare modelli di Dodge Charger, successivi al 1969.

Nel set sono state utilizzate più di 220 muscle car. Alcune di queste auto, dopo essere state impiegate per le riprese, sono state riparate e rivendute, mentre altre sono state invece destinate ad altro uso. L’affetto e la passione per la serie tv Hazzard e per il Generale Lee fu grandissima. A testimonianza di quanto detto, è interessante sapere che nell’anno 1991, la Warner Brothers, decise di mettere in vendita 17 autoveicoli, rimasti nei magazzini dall’anno nel quale terminarono le riprese di Hazzard (era il 1986). La competizione tra i collezionisti è stata durissima. Gli appassionati si sono aggiudicati in tempo brevissimo tutte le Dodge. Nel 2001, è stato ritrovato un altro esemplare; dopo un restauro accurato e una riparazione minuziosa, il veicolo è stato venduto per la cifra di 110.000 dollari.

La casa Dodge

Il marchio di automobili e veicoli commerciali Dodge, fu fondato nel 1914 e oggi è parte di Fiat Chrysler Automobiles, tramite FCA Us. Fino all’annao 1928, il marchio che identificava l’azienda era Dodge Brothers Motors Vehicle Company. I fratelli Dodge, fondatori dell’azienda, provenivano dal Michigan e in particolare dalla città di Niles. I fondatori dell’azienda si erano occupati sin da piccoli di meccanica, presso l’officina paterna. Nell’anno 1902 i fratelli Dodge vennero avvicinati da Henry Ford in persona, che era alla ricerca di finanziatori per la sua nuova casa di produzione automobilistica.

I fratelli Dodge risposero si alle richieste di finanziamento di Henry Ford, acquistando il 10 per cento delle azioni dell’azienda Ford. In questo modo i fratelli finanziarono l’avvio della leggendaria Ford Motor Company. I fratelli Dodge erano fornitori di parti meccaniche; in questo modo parteciparono anche ai proventi dell’impresa. Nell’anno 1914 Henry Ford si rifiutò tuttavia di acquistare la loro ditta e di conseguenza i fratelli Dodge decisero di avviare una propria industria automobilistica. I fratelli fondarono così la Dodge Motor Vehicle Company. La prima vettura fu prodotta nell’anno di fondazione; si trattava di una Torpedo 5 posti, dotata di motore 4 cilindri. Detto primo veicolo prodotto fu denominato 30-35.

Tutte le vetture che fin dall’inizio vennero prodotte dai fratelli Dodge, furono contraddistinte da particolari caratteristiche. Tali caratteristiche erano ad esempio l’avviamento elettrico, al posto del normale avvio a manovella. Per questa ragione queste automobili diventarono molto popolari e si aggiudicarono il segmento delle vetture di classe media. Questi modelli furono certamente un notevole successo commerciale. Successivamente, a seguito del grande successo, l’azienda nel 1917 iniziò a produrre camion. Questi ultimi vennero impiegati dall’esercito americano, nel corso della prima guerra mondiale. I fratelli Dodge purtroppo scomparvero a poco tempo di distanza l’uno dall’altro, nel 1920.

Caratteristiche modello

Dodge Charger, prodotta dalla casa automobilistica statunitense Dodge, fu prodotta in serie a partire dall’anno 1966. Dodge Charger appartiene alla così detta categoria delle muscle car. La prima serie è stata in produzione dal 1966 al 1978; la seconda serie venne invece prodotta dal 1983 al 1987 e infine la terza serie, prodotta dall’anno 2006, è in vendita ancora oggi. La Dodge Chager B-Body era una muscle car prodotta da Dodge, all’interno del gruppo Chrysler tra l’anno 1966 e l’anno 1974. Questo autoveicolo rimase in listino fino la 1978. A partire dall’anno 1975, come base di produzione di questo modello, fu utilizzata una Chrysler Cordoba.

Tra tutti i modelli di Dodge Charger prodotti, la B-body è forse il modello più conosciuto. Il termine B-body sta ad indicare che il modello era sviluppato sul pianale B della Chrysler. Per quanto riguarda la nascita dei primi modelli Dodge Charger, bisogna tornare al 1964, quando la Pontiac GTO, diede inizio all’era delle vetture muscle car. Seguendo l’esempio di Pontiac, altri marchi dello stesso gruppo si accostarono a questo nuovo concetto di autoveicolo, realizzando automobili di nuova tendenza. E così il marchio Buick realizzò la Gran Sport; la Olds Mobile rispose presentando la sua 442. Per quanto riguarda invece la Dodge, il marchio aveva già all’interno della sua gamma, dei modelli che certamente erano in grado di competere con le prestazioni di queste vetture; un esempio era il modello Coronet.

La Coronet era equipaggiata con dei motordi particolarmente potenti; la sua estetica tuttavia veniva giudicata ancora classica e non in linea con il nuovo concetto di muscle car. Per questo motivo, la richiesta da parte della clientela era molto forte, dal momento che Dodge, non aveva un modello che rispondeva alle caratteristiche estetiche dettate dalle nuove tendenze. Così venne disegnata e realizzata la Charger. Questo veicolo poteva montare una serie di motori differenti. Il motore che veniva più richiesto era certamente il 6.3L; esso sviluppava 335 HP. Gli altri motori da 8 cilindriche che potevano essere montati sulla Dodge Charger, erano: 5.2 L con doppio carburatore, per quanto riguarda il motore di serie dell’autoveicolo; 5.9 L con doppio carburatore; 6.3 L con carburatore quadricorpo 335 HP; infine 7.0 L Hemi, 425 bhp, da 316.9 kW.

Nell’anno 1967 le vendite calarono notevolmente e fu chiaro all’azienda che si rendeva necessario un restyling della Dodge Charger. Per questa ragione, il dettame estetico del restyling, fu quello di separare ancora in modo più netto, le differenze stilistiche tra Dodge Charger e Coronet.

Ultima modifica: 28 marzo 2018