Volvo: l’elettrificazione è la chiave per la ripresa post Covid

207 0
207 0

La pandemia di Coronavirus sta ancora facendo sentire i suoi contraccolpi economici alle aziende automobilistiche. C’è però chi già intravede degli spiragli di ripresa. Come Volvo, ad esempio: il numero uno dell’azienda svedese, Hakan Samuelsson, sostiene infatti che esiste una ricetta efficace per ripartire ed è rappresentata dall’elettrificazione.

Secondo il CEO di Volvo, la spinta del marchio verso la completa elettrificazione del suo catalogo (in programma entro il 2025) sarà la chiave per riprendersi dagli effetti negativi della pandemia di Coronavirus.

Volvo ha venduto un totale di 269.962 modelli in tutto il mondo fra gennaio e giugno 2020, con un calo del 20,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (340.826 auto vendute), registrando una perdita operativa di 989 milioni di corone svedesi (circa 96 milioni di euro) e una diminuzione di ricavi del 14,1% rispetto al 2019. Il calo delle vendite Volvo ha avuto diversi livelli in base al mercato di riferimento. In Europa, ad esempio, le vendite sono diminuite del 29,5% (123.198 unità), mentre in Cina, dove già si possono intravedere segnali di ripartenza, il calo è stato solo del 3,0% su base annua. Anche negli Stati Uniti la diminuzione non è stato esagerata (13,7%), ma qui la pandemia è ancora in corso e bisognerà verificare i dati più avanti.

La resistenza di Volvo ai contraccolpi economici della malattia è merito, fra le altre cose, del successo dei suoi modelli ibridi plug-in, con 38mila esemplari venduti e un aumento del 79,8% rispetto alla prima metà del 2019. Questo genere di veicoli rappresentano quasi un quarto di tutte le vendite di Volvo in Europa.

Hakan Samuelsson ha dichiarato: “La recessione che abbiamo subito nella prima metà dell’anno è temporanea. Ci aspettiamo una forte ripresa nei prossimi sei mesi e la nostra gamma di auto elettriche ed elettrificate Recharge ci mette in una posizione di forza nel soddisfare le tendenze emergenti che stiamo vedendo”.

L’emergenza Coronavirus ha fatto da banco di prova per il programma di elettrificazione Volvo. Continua infatti Samuelsson: “Questa pandemia ha rafforzato la nostra fiducia nel fatto che le nostre ambizioni strategiche sono giuste e che una veloce trasformazione della nostra attività porterà a una crescita a lungo termine. Continueremo dunque a concentrarci e a investire nell’elettrificazione, nelle vendite online e nella connettività”.

Ultima modifica: 21 luglio 2020