Volvo e guida autonoma: l’obiettivo è un terzo delle vendite nel 2025

334 0
334 0

Volvo ha annunciato i propri piani finanziari e operativi da qui al 2025. Progetti ambiziosi, che ovviamente guardano al fronte elettrico ma non solo. La Casa svedese è probabilmente la prima a sbilanciarsi così tanto sulla tecnologia della guida autonoma. L’obiettivo è infatti che un terzo delle vendite nel 2025 sia prodotto da questo tipo di vetture. Nessun altro costruttore ha dettato un piano di questo genere parlando di guida autonoma.

Sul fronte elettrico, Volvo si aspetta di generare un 50% delle proprie vendite sempre nel 2025. L’obiettivo globale è la vendita di 5 milioni di veicoli. La Casa svedese vuole inoltre implementare sempre più la connessione fra i propri clienti. “Le aspettative dei nostri clienti stanno cambiando rapidamente“, ha detto il presidente Hakan Samuelsson. “Questo significa che anche Volvo sta cambiando rapidamente. Questi servizi contribuiranno a trasformare Volvo da costruttore di auto a fornitore di servizi per i clienti“.

Con le compagnie affiliate, Volvo cercherà di sviluppare le tecnologie di guida autonoma. La Casa svedese condividerà costi di sviluppo e genererà economie di scala con Polestar e Lynk & Co., delle quali possiede il 30% delle quote. “Dal 2010, Volvo si è trasformata in un costruttore premium globale“, sottolinea Samuelsson. “Adesso è arrivato il momento di trasformare questo in un periodo di sostenibilità profittevole in linea con gli altri marchi premium“.

Håkan Samuelsson, presidente e Ceo Volvo Cars

Il 2017 è stato un anno record per Volvo. I profitti operativi sono cresciuti del 27,7%, le vendite globali sono state 571.577. Si è trattato del quarto anno consecutivo di crescita.

Ultima modifica: 8 giugno 2018