Volkswagen: stop ai motori a combustione in Europa entro il 2035

946 0
946 0

“In Europa usciremo dal business dei veicoli a combustione interna fra il 2033 e il 2035”: queste sono le parole di Klaus Zellmer, membro del consiglio di amministrazione per le vendite di Volkswagen, pronunciate in un’intervista per il quotidiano tedesco Muenchner Merkur. Un annuncio importante, dall’azienda maggiormente colpevole (e che più ha pagato e che sta pagando) per lo scandalo Dieselgate.

Come altre case automobilistiche (in varie maniere), anche Volkswagen dunque sta progettando un futuro a zero emissioni per il proprio catalogo, che diventerà in sostanza total electric. Come si evince dalle parole del dirigente, la data limite del 2035 vale per l’Europa. Zellmer ha spiegato che seguiranno poi gli altri due mercati più importanti per il marchio, ossia Stati Uniti e Cina, mentre “in Sud America e in Africa ci vorrà molto più tempo, a causa del fatto che mancano ancora le condizioni politiche e infrastrutturali adeguate”.

Entro il 2050, ha spiegato sempre Zellmer al giornale tedesco, l’intera gamma e la flotta circolante Volkswagen dovrebbe diventare completamente neutrale in termini di emissioni di carbonio. Uno degli obiettivi principali è quello di far sì che le auto elettriche arrivino a rappresentare il 70% delle vendite totali di veicoli Volkswagen entro il 2030 in Europa. In questo modo l’azienda vuole anticipare il molto probabile ulteriore inasprimento delle normative UE sui limiti di emissioni di CO2.

Ultima modifica: 26 giugno 2021