Volkswagen: il maggiolino il modello che è diventato un mito

1092 0
1092 0

Nonostante siano molti anni che Volkswagen Maggiolino è fuori produzione, questa macchina è ormai un mito della storia dell’automobilismo.

Il Maggiolino è un’automobile che ha segnato un’epoca e per molte persone rappresenta un’icona intramontabile con la quale sono stati condivisi momenti importanti della vita. Ripercorriamo la storia di questo favoloso modello, attraverso la sua capacità di reinventarsi nel tempo.

La storia del Maggiolino

La storia di Volkswagen Maggiolino ha inizio grazie alla tenacia e forse la cocciutaggine di Ferdinand Porsche. Quest’ultimo nel 1950 fondò la celebre casa automobilistica di automobili sportive che ancora ai giorni nostri fa sognare gli automobilisti di tutto il mondo. Ferdinand Porsche fu un appassionato di automobili fin a bambino, quando osservava con attenzione il design e la tecnica dei pochi autoveicoli circolanti.

Subito dopo il primo conflitto mondiale, Porsche iniziò a lavorare e disegnare macchine da corsa per la più grande industria automobilistica tedesca; si trattava della Daimler, che in seguito avrebbe prodotto la Mercedes. In quell’epoca, solo le persone con grandi disponibilità potevano acquistare un’automobile. Il sogno di Ferdinand Porsche era quello di dare la possibilità anche ai ceti meno abbienti di poter acquistare un’automobile.

Porsche propose il progetto al suo capo che rifiutò e così decise di portare a termine il progetto da solo, con l’aiuto di alcuni partners. Porsche conobbe Hitler nel 1933 e capì che il futuro cancelliere aveva progetti simili ai suoi, di creare un’auto accessibile a tutti. Porsche fu incaricato da Hitler di realizzare il progetto. In questo modo nacque Volkswagen Maggiolino, che dopo un’evitabile battuta d’arresto nel secondo conflitto mondiale, ottenne il suo grande successo commerciale nel secondo dopoguerra.

Come si è reinventato

Il successo di Maggiolino avvenne nel secondo dopoguerra con Heinrich Nordhoff; quest’ultimo fu l’uomo artefice del successo di Maggiolino e della Volkswagen in tutto il mondo. La Volkswagen iniziò ad essere venduta prima di Irlanda, poi in Sudafrica, successivamente in Brasile e in Australia. Nell’anno 1955 venne aperta la Volkswagen America e il successo del mezzo tedesco, contro ogni aspettativa, caratterizzò anche gli Stati Uniti.

Volkswagen Maggiolino ha saputo negli anni adeguarsi al mercato e reinventarsi in modo sempre adeguato ai tempi e alle circostanze. Questo automezzo ha motorizzato inizialmente le famiglie tedesche; non le famiglie ricche che certamente preferivano i modelli Mercedes, ma i ceti medi e i ceti meno abbienti che hanno trovato in Volkswagen Maggiolino la soluzione di mobilità perfetta. Solo negli anni ’70 negli Stati Uniti e in Europa, la richiesta di questo veicolo iniziò a calare. Il mercato rimaneva tuttavia solido in Sud America e in particolare in Brasile e Messico.

Ultima modifica: 27 febbraio 2018