USA: aperta indagine sul sistema Tesla Autopilot

1928 0
1928 0

La severissima National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), l’agenzia statunitense che si occupa della sicurezza sulle strade americane, ha aperto un’indagine sul sistema di guida parzialmente automatizzato Tesla Autopilot. Il problema, secondo la NHTSA, è che il sistema Tesla non sia in grado di rilevare con efficienza veicoli parcheggiati o in sosta di emergenza.

L’agenzia afferma di aver identificato 11 casi di incidenti, dal 2018 a oggi, nei quali veicoli Tesla con Autopilot o Traffic Aware Cruise Control inseriti, hanno colpito dei mezzi fermi che segnalavano la propria presenza in emergenza, con luci accese o con addirittura il triangolo posizionato sulla strada.

Leggi anche: Tesla Autopilot non è sicuro: lo dicono gli esperti americani

L’indagine della NHTSA coinvolge in particolare i modelli Tesla Model Y, Model X, Model S e Model 3 costruiti fra il 2014 e il 202, per un totale di circa 765mila veicoli elettrici prodotti dal marchio di Elon Musk.

Il più recente incidente risale al gennaio 2018, quando, in California, un’auto Tesla andò a schiantarsi contro un camion dei pompieri fermo a lato strada con i lampeggianti accesi.

Ultima modifica: 16 agosto 2021