Un SUV Ferrari? Non proprio, ma qualcosa di nuovo potrebbe arrivare

1194 0
1194 0

Durante la presentazione alla stampa dei dati economici e finanziari Ferrari del secondo trimestre, Sergio Marchionne ha toccato un tema interessante e curioso se riferito al marchio del Cavallino: la possibilità di vedere un SUV o un’utilitaria firmati Ferrari.

QUALCOSA DI NUOVO
Si tratta di voci che corrono da tempo. Analisti, giornalisti ed esperti parlano da mesi di una possibile sortita Rossa nel campo degli Sport Utility Vehicle. Del resto non mancano esempi recenti di brand sportivi convertiti: Urus di Lamborghini o Levante di Maserati sono i più lampanti. Ma finora la dirigenza Ferrari, primo fra tutti Marchionne, ha sempre negato, considerando l’impossibilità di snaturare una tradizione sportiva così fortemente radicata e caratterizzante.

Eppure, incalzato dai giornalisti, Marchionne ha detto che sì, ci sarà un nuovo modello, ma che non sarà un SUV come quelli “esistenti sul mercato. La vettura ancora non esiste e non è stata ancora presa una decisione per costruirla. Il punto è se gli ingegneri Ferrari possono trovare una chiave Ferrari per produrre un Utility Vehicle con le caratteristiche proprie di una Ferrari, nello stile Ferrari”.

E SE FOSSE UN’UTILITARIA?
C’è anche un’altra frase di Marchionne che ha stuzzicato la curiosità dei presenti. Il manager ha infatti affermato che ci sono “molte più persone che vorrebbero guidare una Ferrari meno estrema rispetto a persone che vorrebbero guidare una Ferrari estrema”. Una possibile traduzione? Può darsi che vedremo presto una nuova gamma di Ferrai più “economiche”. I segnali ci sono: il Cavallino è intenzionato, da qui al 2022, a raddoppiare i profitti e ad aumentare la produzione (secondo il piano industriale). Ciò significa ampliare l’offerta, trovare nuovi clienti e nuovi mercati. Un SUV e una “Ferrarina” potrebbero essere le strade vincenti.

Ultima modifica: 3 agosto 2017