Trofeo di GIPA consegnato a Fabrizio Guidi per Asconauto a Autopromotec

251 0
251 0

Appuntamento presso la Fiera Autopromotec, a Bologna per la Cerimonia di premiazione   dei Trofei dell’Eccellenza di GiPA Italia: iniziativa, giunta alla sedicesima edizione, nata nel 1997 per premiare e valorizzare la “Eccellenza”, all’epoca focalizzata quasi esclusivamente sulla qualità dei prodotti. Ripetutasi con cadenza annuale fino al 2003, anno in cui – di comune accordo con gli aderenti GiPA – si è presa la decisione di realizzarla  ogni due anni, in occasione  di Autopromotec, che la ospita.

Fabrizio Guidi e Marc Aguettaz

E l’assegnazione dei Trofei costituisce una qualificata occasione di incontro e di confronto per i principali esponenti dell’Aftermarket automobilistico, alla presenza dei media. Gli 11 Trofei assegnati da GiPA nel 2022 sono all’insegna del cambiamento avvenuto e di quello ancora in atto e riconoscono in particolare modo realtà, iniziative e persone che si sono distinte tra gli operatori del settore nell’ultimo triennio nel modificare i paradigmi del business, nella volontà di dare supporto alla filiera con attività strumenti innovativi.

Quest’anno, AsConAuto è stata votata dagli operatori del settore, intervistati in occasione di un’apposita ricerca condotta da GiPA, come la realtà distributiva che ha saputo meglio soddisfare le loro attese per i ricambi originali.  Il Trofeo premia l’attività di AsConAuto in quanto si è distinta nella categoria “Strategia di sviluppo AM – L’unione fa la forza” per essere riusciti, come dichiara la motivazione, a: “inventare, reinventare, adattare un modello che ha consentito di far seguire ai ricambi dei costruttori la strada del parco circolante che invecchia”.

In occasione del conferimento del Trofeo all’Eccellenza GIPA, Fabrizio Guidi, presidente dell’Associazione, afferma con soddisfazione:

“AsConAuto è oggi quello che, quando siamo partiti, non si riteneva possibile, perché il problema era mettere allo stesso tavolo i concessionari e gli autoriparatori. Quello che siamo adesso è l’esatto l’opposto. Una realtà di circa 950 concessionari italiani che collaborano, di 26 distretti e 13 consorzi distribuiti su tutto il territorio nazionale, di circa 400 mezzi che ogni giorno coprono l’intero territorio nazionale per consegnare i ricambi (per un valore di circa 750mln di euro, netti (dato 2021)) ai concessionari e ai quasi 24.000 autoriparatori”.

“Una realtà di 500 posti di lavoro assicurati con mezzi recenti, che hanno svecchiato il parco circolante. La nostra capacità è stata quella di mettersi a sedere con umiltà, pazienza e affrontare tutte le cose che sono successe. Che non sono poche, e non sono finite. Sul territorio vogliamo far capire che possiamo andare oltre quello che internet rappresenta; offriamo contatto umano, storia, persone che lavorano. Questo conta e ritorna.”

Ultima modifica: 27 maggio 2022

In questo articolo