Tre mete speciali per l’estate in camper

822 0
822 0

Viaggiare liberi, senza troppe pianificazioni, certi di raggiungere luoghi che resteranno nel cuore. La vacanza in camper è da sempre nella top list delle cose da fare almeno una volta nella vita, ma quest’anno è diventata anche il top trend dell’estate.

Il Salone del Camper, uno dei principali eventi internazionali di settore, torna a Fiere di Parma dal 10 al 18 settembre 2022. Sempre attento alle nuove tendenze propone 3 mete a portata di qualsiasi viaggiatore: le più gettonate, per chi ama le città d’arte, chi vuole scoprire borghi antichi lontani dalle rotte di massa, luoghi perfetti per lo sport, trekking o bike, mare e montagna.

Un assaggio delle idee di viaggio che si potranno scoprire nella sempre più ampia sezione Percorsi e mete, uno spazio dedicato alle idee di viaggio molto amato dai camperisti e diventato tappa obbligata per tutti i viaggiatori curiosi alla ricerca di itinerari esperienziali, non semplici luoghi da vedere, ma in grado di regalare sensazioni da portare con sé anche alla fine del viaggio. 

 

Polonia, camper e bici alla scoperta dei 23 Parchi Nazionali e dei Nidi d’aquila

Famosa per le sue città ricche di storia, cultura e arte, dall’eclettica Varsavia, alla graziosa Cracovia, dall’orgogliosa Danzica, all’accogliente Breslavia, la Polonia continua ad affascinare i viaggiatori da tutto il mondo. Esiste però una Polonia meno nota, tutta da conoscere, magari in camper e bicicletta, viaggiando senza fretta, fermandosi in campeggi immersi nella natura, in riva al lago, ai margini di boschi secolari.

La Polonia ha ben 23 Parchi Nazionali. Chi ama l’avventura non può perdersi, nel Parco Nazionale Pieninski, la discesa in zattera nella Gola di Dunajec, una delle più belle gole fluviali in Europa e tra le più interessanti attrazioni della regione Malopolska. La navigazione sulle zattere, circondate da boschi di faggio e di abete, rocce calcaree e pareti verticali è un’esperienza indimenticabile.

Gli appassionati delle 2 ruote invece potranno scegliere uno degli itinerari più amati e suggestivi, quello dei Nidi d’Aquila. Lungo circa 164 chilometri, è un vero e proprio percorso storico-culturale, che abbraccia il territorio compreso tra Cracovia e Czestochowa. Qui la storia si può conoscere, di castello in castello, viaggiando in bici, ma anche a piedi, godendosi la natura rigogliosa della Slesia e della Malopolska. 

Molise – borgo mariraro di Termoli

­

Il Molise in camper di borgo in borgo attraverso i tratturi

Terra di antiche tradizioni il Molise si rivela una regione sorprendente. Scegliere di attraversarla in camper significa regalarsi tante vacanze, dal mare alle colline, passando per piccoli borghi arroccati attraverso antichi tratturi. La costa in soli 35 km regala bianche spiagge, acque cristalline e gioielli da visitare come il borgo marinaro di Termoli, con le sue antiche mura a picco sul mare. Vale la pena addentrarsi tra le viette del centro storico, circondate da case colorate, fino ad incontrare la strettissima “rejecèlle”, il vicolo più stretto d’Italia, nel quale si riesce a passare solo di traverso! L’itinerario prosegue di borgo in borgo, da Fornelli, conosciuto come il paese dalle 7 torri, con una cinta muraria medievale tra le meglio conservate a Frosolone, che si trova su un promontorio circondato da rupi scoscese. 

La natura più vera e integra si incontra nella Riserva di Montedimezzo. Un’area boschiva di 300 ettari con alberi di faggio, acero, nocciolo. Diventata Riserva Biosfera Unesco ospita diverse specie di uccelli come il picchio maggiore, barbagianni, balia dal collare e mammiferi tra cui cinghiali, martore, tassi, caprioli e anche il lupo, che qui ha trovato un habitat congeniale.

Il viaggio prosegue lungo gli antichi tratturi, le vie in cui veniva praticata la transumanza

Uno dei più caratteristici è il Tratturo Pescasseroli – Candela che copre una distanza di circa 200 km. Il tratto molisano passa per Castelpetroso, con il Santuario della Vergine SS. Addolorata e Sepino, famosa per la sua area archeologica con i resti di epoca romana. Qui, nella città dissepolta, ben conservata, si possono osservare i resti delle antiche torri, passeggiare attraverso il Decumano ai cui lati si trovano fontane e bagni termali, la basilica, le cui colonne in stile dorico aprono sul foro. Il tratturo tocca anche Isernia, col suo magnifico centro storico, e tappa perfetta per lasciarsi tentare dai sapori di questa terra, dal pregiato farro dicocco, ai formaggi come il pecorino di Capracotta, a piatti della tradizione, come i cavatelli o la cicerchia.

Monti Sibillini - credit Giorgio Tassi
Monti Sibillini – credit Giorgio Tassi

­

Le Marche, 4 tappe imperdibili

Quando si pensa alle Marche vengono subito in mente le sue spiagge, le cittadine più famose come Urbino, Pesaro, Gradara, Jesi, la Riviera del Conero, ma l’unica regione “plurale” d’Italia, nasconde tante sfumature e luoghi meno noti, tutti da scoprire. Meglio se in camper, che consente di fermarsi ogni giorno in un posto nuovo.

Offagna è un borgo medievale, bandiera arancione, dominato da una rocca che svetta sul paesaggio collinare circostante. A luglio si tiene la famosa festa Medievale, con rievocazioni in costume, in cui si rivive l’antica tradizione della Contesa della Crescia, una disfida con lancia, balestra, arco e mazza ferrata tra i quattro rioni del paese. Altra tappa imperdibile è Genga. Inserita all’interno del Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi è meta ambita soprattutto per i camperisti che amano le escursioni a piedi, bikers e climbers. Oltre alle famose Grotte, lungo la Gola di Frasassi, nella Grotta della Beata Vergine, sorge il Tempio del Valadier e il Santuario di Santa Maria Infra-Saxa, antico eremo monastico benedettino.

La Galleria del Furlo

Da percorrere, facendo un tuffo nel passato, la Galleria del Furlo, fatta costruire dall’imperatore Vespasiano. Il passaggio, tuttora utilizzato e quasi obbligato per coloro che da Roma vogliano raggiungere la costa adriatica, è lungo 38,30 m., largo 5,47 m. e alto circa 6 m. e fu scavato interamente con scalpelli e picconi: sulle pareti interne sono, infatti, ancora visibili i tagli effettuati nella roccia dagli intagliatori romani. 

Adagiata sulla sommità del Monte Circe, grazie alla sua posizione panoramica, Cingoli è denominato il Balcone delle Marche e rientra tra i Borghi più belli d’Italia. Il centro storico è un susseguirsi di palazzi nobiliari dai portali rinascimentali. Chi viaggia con la bicicletta al seguito, dopo aver visitato il borgo si può addentrare nei boschi che lo circondano, seguendo diversi percorsi. Da quello del Monte Nero, che conduce all’antico eremo silvestrino a quello lungo il Lago di Castreccioni a quello che dalla Valle del Rio sale al Monte Acuto, luogo a cui è legata l’affascinante leggenda del Serpente e la tessitrice.

Il sito scoprilemarche.it  mette a disposizione di tutti coloro che amano la vacanza in mobilità la Guida Plein Air Marche e la Cartina delle aree di sosta presenti in tutta la Regione, con indicazioni dei servizi presenti e coordinate GPS per individuarle facilmente lungo il percorso, scaricabili gratuitamente dal sito. 

­

Destinazione camper

Salire in camper, partire e lasciarsi trasportare ogni giorno solo dalle sensazioni in un luogo nuovo e diverso. Chi non lo ha mai desiderato? Quello che una volta era il sogno irrealizzabile di molti, sta diventando sempre più realtà. Il Salone del Camper, organizzato da Fiere di Parma in collaborazione con APC, Associazione Produttori Caravan e Camper torna dal 10 al 18 settembre 2022 con tutte le novità di settore e con tante idee di viaggio nella sempre più seguita sezione Percorsi e mete. 

Viaggi stanziali o itineranti, brevi fughe rigeneranti, semplici fine settimana alla scoperta di città e nuovi sapori. In camper si può. “Basta decidere e si parte – sottolinea Gloria Oppici, Brand Manager Salone del Camper Fiere di Parma – Il camper è la chiave giusta e più immediata per concedersi del tempo libero appena se ne sente il bisogno, che sia un breve weekend per scappare dalla routine di tutti i giorni o un lungo viaggio di scoperta e rigenerazione. Si parte, anche senza meta, fermandosi semplicemente in un luogo che ci fa sentire bene, davanti a un paesaggio che ci emoziona. Oppure si scelgono destinazioni nuove, che offrono la possibilità di dedicarsi alle proprie passioni o training sportivo, itinerari culturali, percorsi su 2 ruote, passeggiate nella natura, concedendosi soste golose alla ricerca dei sapori dei territori che si visitano”.  

­

Percorsi e Mete

Il Salone del Camper non è una semplice esposizione di mezzi, ogni anno si attualizza con nuovi eventi e attività di intrattenimento, proposte di viaggio e itinerari esperienziali. Proprio per questo è sempre di più un appuntamento atteso da tutti i tipi di viaggiatori.

Nella sezione Percorsi e Mete vengono presentati itinerari per il turismo all’aria aperta, weekend insoliti e di prossimità, che invitano a scoprire luoghi nascosti, spesso a portata di mano, ma poco conosciuti. Gli itinerari vengono affiancati da proposte per rendere le vacanze più coinvolgenti, come gli sport outdoor per eccellenza, il trekking e la bicicletta. 

Uno spazio viene dedicato alla stampa di settore, guide e prodotti editoriali, utili sia per gli esperti del settore che vogliono essere sempre informati sulle novità e per chi si avvicina a questo particolare stile di vivere il tempo libero e la vacanza.

Ultima modifica: 15 luglio 2022

In questo articolo