Toyota: sospesa la produzione in 9 stabilimenti in Giappone causa terremoto

200 0
200 0

A seguito del forte terremoto avvenuto pochi giorni fa in Giappone, a due passi dalla tristemente nota Fukushima, Toyota si è trovata costretta a sospendere la produzione in nove delle sue quindici fabbriche site in patria.

I problemi per questi impianti non sono fortunatamente strutturali. Il terremoto ha però interrotto le catene di fornitura. Toyota ha infatti affermato che la decisione è stata presa perché numerosi fornitori sono stati colpiti direttamente dal terremoto e non possono garantire materiali, merci e servizi necessari alla produzione delle fabbriche della casa automobilistica giapponese.

Le sospensioni della produzione dei nove stabilimenti inizieranno da oggi, 17 febbraio, e continueranno fino al 20 febbraio. Coinvolgono 14 linee di produzione distribuite in nove fabbriche, su un totale di 28 linee di produzione sparse in 15 impianti in tutto il Giappone. Non è dato ancora sapere quando si tornerà al lavoro, ma intanto Toyota garantisce che le mancanze alle catene di approvvigionamento non avranno un impatto sulla produzione all’estero.

Ultima modifica: 17 febbraio 2021