Toyota richiama 2,9 milioni di veicoli per gli airbag difettosi

1048 0
1048 0

2,9 milioni di vetture sono state richiamate globalmente da Toyota per il perché potrebbero montare Airbag difettosi prodotti dalla Takata. Si tratta del più grande richiamo nella storia dell’industria dell’auto.

A questa decisione – che coinvolge Oceania, Medio Oriente e altri mercati minori, oltre al Giappone dove sono stati richiamati 750mila veicoli – si è arrivati perché gli airbag Takata, montati ad esempio su vetture come il Rav4 o la Corolla Axio, sono potenzialmente fatali.

Il difetto riguarda i cuscini degli airbag che usano componenti chimici a rischio di esplosione eccessivamente violenta dopo una prolungata esposizione ad alte temperature. I frammenti che si generano da tali esplosioni possono provocare ferite letali ai passeggeri, tanto che si segnalano già 16 vittime soprattutto negli Stati Uniti.

Secondo le autorità, gli airbag Takata contengono nitrato di ammonio che non sarebbe un composto sicuro se non accoppiato ad agenti essiccanti. Per questo è stato ordinato il ritiro di oltre 100 milioni di esemplari sul mercato. Lo scorso mese, l’azienda è stata riconosciuta colpevole in una causa intentata negli Stati Uniti e condannata a pagare 1 miliardo di dollari di risarcimenti. Una sentenza che l’ha posta sull’orlo della bancarotta costringendola alla ricerca di aiuti finanziari per poter fare fronte alla cospicua multa.

Ultima modifica: 31 marzo 2017