Tesla: via alle assunzioni per la nuova fabbrica di Shanghai

508 0
508 0

Tesla assume in Cina. A nemmeno un mese di distanza dall’annuncio della prossima apertura di una nuova grande fabbrica a Shanghai, la compagnia di Elon Musk si è già messa in cerca di forza lavoro.

Le prime posizioni aperte sul sito ufficiale dell’azienda sono 14 e si riferiscono principalmente ai settori di progettazione e finance, con la richiesta di profili senior con esperienza nel campo di almeno sei anni. Insomma, si sta cercando di creare innanzitutto le prime linee che si occuperanno di coordinare tutte le operazioni del nuovo impianto.

Quella di Shanghai sarà la prima fabbrica Tesla al di fuori del territorio degli Stati Uniti. Come abbiamo già avuto modo di spiegare, non è un caso che sia stata scelta proprio la Cina come sede. È il mercato più grande e più attivo nell’universo delle auto elettriche e, inoltre, c’è tutta la questione dazi con l’ostile America di Trump, che certamente va in qualche modo aggirata: produrre direttamente in Cina è l’idea più ovvia.

La nuova fabbrica è pensata per raddoppiare i volumi della produzione globale di veicoli elettrici di Tesla. L’obiettivo è quello di arrivare, entro due o tre anni dalla fine della costruzione, a 500mila auto prodotte all’anno a pieno regime. Si tratta di un investimento da circa 2 miliardi di dollari (oltre 1,7 miliardi di euro).

Ultima modifica: 7 agosto 2018