Tesla Model 3, risolti i problemi di produzione si punta in alto

1893 0
1893 0

I problemi nella produzione della Tesla Model 3 sono definitivamente risolti. Almeno così sembra. E questa è finalmente una bella notizia per la Casa californiana come al solito sulle prime pagine ultimamente. L’idea di privatizzarla cedendo le quote al fondo saudita ha generato non poche polemiche. Poi c’è stata un’intervista di Elon Musk al New York Times (“Sono esaurito da super lavoro“).

Dai ritmi produttivi della Model 3 sono finalmente arrivate buone notizie. A giugno si erano raggiunte le 5 mila unità settimanali, che Musk aveva previsto per sei mesi prima al momento del lancio. Un ritmo che è stato mantenuto almeno per due settimane anche a luglio. Il nuovo obiettivo è quello delle 6 mila unità a settimana, ma gli analisti di CNBC sono più ottimisti.

Uno di questi, George Galliers, ha recentemente partecipato a un tour in fabbrica. “Tesla è sulla strada giusta per raggiungere una continuativa produzione di 5-6 mila Model 3 a settimana“, ha detto. “Durante il nostro tour in fabbrica siamo diventati molto ottimisti sulla loro produzione. Non abbiamo visto nulla che possa impedire di raggiungere 6.000, ma anche 7 o 8 mila unità a settimana con un piccolo incremento di spesa“.

Tesla avrebbe fissato un raddoppio della sua produzione settimanale per Model 3 nel 2019. Sebbene ci sia ottimismo, la strada per le 10 mila vetture a settimana sembra ancora lunga.

Ultima modifica: 20 agosto 2018