Tesla potrebbe comprare gli stabilimenti che GM chiuderà

384 0
384 0

General Motors ha recentemente annunciato la chiusura di cinque impianti, fra Stati Uniti e Canada, stupendo l’intero mondo dell’automotive. In questi giorni emerge un possibile acquirente per uno o più degli stabilimenti che non saranno più utilizzati. Si tratta di Tesla, che per bocca di Elon Musk si è detta interessata.

La chiusura degli impianti da parte di GM provocherà anche il taglio di 14 mila posti di lavoro. Non è ancora chiaro che ne sarà degli stabilimenti, se saranno chiusi definitivamente oppure convertiti in altre attività. “Potremmo essere interessati“, ha detto Musk in un’intervista al programma “60 Minutes” della Cbs. “Se venderanno uno stabilimento o non lo utilizzeranno più siamo pronti a rilevarlo“.

Nei mesi scorsi, Tesla ha faticato non poco a raggiungere i ritmi produttivi previsti per la Model 3. Per riuscirci, all’interno della fabbrica di Fremont era stata costruita una seconda linea di assemblaggio in una tensostruttura al fianco dello stabilimento principale. Un’idea che ha contribuito ad aumentare del 50% la produzione. Adesso i numeri sono quelli previsti, ma certamente acquistare uno o più impianti di General Motors potrebbe aumentare ulteriormente i volumi.

La chiusura degli impianti provocherà anche lo stop alla produzione di alcuni modelli di GM. Chevrolet Cruze, Volt e Impala, Buick LaCrosse, Cadillac CT6 e  XTS sono le sei vetture che non saranno più prodotte.

Ultima modifica: 11 dicembre 2018