Furto di brevetti, Tesla citata per due miliardi di dollari

846 0
846 0

Due miliardi di dollari di risarcimento. Tanto chiede Nikola Motors, una compagnia dello Utah, a Tesla. Nikola Motors ha infatti avviato un’azione legale nei confronti della Casa californiana. L’accusa è furto di brevetti per la costruzione dei camion elettrici.

Si citano tre particolari dei Tesla Semi Truck in modo sospetto decisamente simili ai progetti dei Nikola One, i camion a idrogeno svelati dalla società dello Utah nel 2016. Un anno prima dei Semi Truck di Elon Musk. Si parte dalla linea della motrice, poi si analizza la forma dei vetri e si arriva alla portiera d’ingresso. Nikola evidenzia i particolari che farebbero pensare a una copia dei propri camion.

Tesla Semi Truck
Tesla Semi Truck 

Tutto considerato, si è arrivati a formulare una richiesta di risarcimento di due miliardi di dollari. “I progetti di Tesla hanno creato confusione fra i clienti”, dice l’accusa di Nikola Motors. “Questo ha provocato una deviazione di vendite da Nikola a Tesla. Inoltre, qualunque problema per i camion Tesla saranno attribuito al Nikola One, danneggiando il brand Nikola”.

Un’altra grana per Elon Musk anche se alla Tesla si professa tranquillità, sottolineando come questa causa non abbia alcun fondamento. I camion Tesla arriveranno sul mercato nel 2020 e in questo inizio di 2018 gli ordini sono arrivati a quota 1.500.

Ultima modifica: 3 maggio 2018