Suzuki Jimny: stop alle vendite in Europa a causa delle emissioni

1213 0
1213 0

Suzuki Jimny è una delle prime vittime delle recenti normative sulle emissioni imposte dall’Unione Europea. Nonostante i buoni risultati di vendita – perlomeno in Italia, dove la quota di esemplari disponibili è già stata esaurita – la piccola fuoristrada giapponese esce dal catalogo europeo Suzuki.

Le norme dell’UE prevedono per tutte le case automobilistiche una media di emissioni, sul totale dei listini, di 95g di CO2 per chilometro. Superare tale limiti significa incorrere in sanzioni milionarie, pericolose per la tenuta economica e finanziaria dei marchi auto. Suzuki Jimny, con i suoi 178g di CO2 per chilometro, rischia di far sconfinare il brand giapponese. Per questo motivo Suzuki ha deciso di fermare temporaneamente le vendite della nuova Jimny in Europa, in attesa che arrivi nel prossimo futuro la variante mild-hybrid da 48 Volt, in grado di limitare la media di emissioni del catalogo Suzuki. Si tratta dello stesso powertrain, fra l’altro, che è stato inserito nei listini di Suzuki Vitara, S-Cross, Baleno e Swift.

Attendiamo dunque il 2021, per poter rivedere l’apprezzatissima piccola 4×4 Suzuki nelle concessionarie italiane ed europee.

Ultima modifica: 29 gennaio 2020