Suzuki finanzia due missioni lunari di ispace

848 0
848 0

Suzuki finanzierà due missioni lunari di ispace. Quest’ultima è una compagnia privata che si occupa di esplorazioni spaziali e che gode del supporto di altre numerose realtà industriali di spicco. Le due missioni sono in programma prima della fine del 2020. L’obiettivo è la creazione di una stazione permanente che possa portare stabilmente l’uomo sul suolo lunare.

Oltre ai fondi, Suzuki metterà a disposizione la trazione integrale 4WD ALLGRIP e i componenti superleggeri. Questi sono fondamentali per assicurare la necessaria mobilità al rover, che scenderà a fare rilevamenti e riprese sulla superficie lunare. L’obiettivo di Suzuki è arrivare a uno scambio di tecnologie con ispace e sviluppare competenze specifiche su materiali innovativi, che permetteranno di costruire, in futuro, auto ancora più efficienti.

Suzuki e ispace stanno già attualmente collaborando al challenge Google Lunar XPRIZE. In palio ci sono 20 milioni di dollari per il primo consorzio privato capace di inviare un rover sulla Luna con il compito di percorrere almeno 500 metri ed inviare sulla Terra video e immagini a alta definizione della superficie lunare.

Le due missioni

Finora sono stati raccolti 90,2 milioni di dollari. Questo importo servirà a ispace nel portare avanti due progetti di missioni lunari, successive a quella di HAKUTO. La prima, in programma per l’ultimo trimestre del 2019, si spingerà nell’orbita lunare per studiare più da vicino la superficie e fare sopralluoghi utili alla seconda spedizione. Questa, che seguirà un anno più tardi, raggiungerà invece il territorio lunare con un modulo, dal quale scenderà poi una coppia di rover che avrà il compito di esplorare e mappare l’area circostante.

Ultima modifica: 16 gennaio 2018