Sicurezza stradale: tutte le nuove norme di sicurezza obbligatorie

238 0
238 0

Adattamento intelligente della velocità, dispositivi tecnologici dotati di AI, come alcolock, segnalazione di arresto di emergenza, rilevamento della retromarcia, crash test più severi e visione diretta per camion e autobus. Sono questi, in sintesi, i provvedimenti più importanti in materia di sicurezza stradale che il Parlamento dell’Unione Europea ha varato per contrastare il sempre crescente numero di incidenti sulle strade. Le prime norme andranno in vigore già da maggio 2022.

I PROVVEDIMENTI DELL’UNIONE EUROPEA

Sempre più incidenti e troppi morti sulle strade. Per questo motivo il Parlamento Europeo ha dato il via libera a delle norme più stringenti in tema di sicurezza stradale che entreranno in vigore da maggio 2022 per i nuovi veicoli e dovrebbero estendersi – ma qui il condizionale è d’obbligo – da maggio 2024 per tutti i modelli che circoleranno sulle strade europee.

ADATTAMENTO INTELLIGENTE DELLA VELOCITÀ E ALCOLOCK

Una delle norme più importanti riguarda l’installazione su tutti i veicoli del sistema di adattamento intelligente della velocità (ISA), con il quale le automobili varieranno in automatico l’andatura a seconda dei limiti imposti sulla strada che si sta percorrendo. Ci sono poi gli avvisi per la disattenzione e la stanchezza del conducente e l’alcolock, il dispositivo che misura il tasso alcolico di chi si siede al volante e non permette l’avvio dell’automobile in caso di superamento dei limiti consentiti dalla legge.

LA SCATOLA NERA DELL’AUTO E L’ARRESTO DI EMERGENZA

Le nuove norme stabilite dall’Unione Europea stabiliscono l’obbligatorietà di installazione sulle nuove vetture del registratore di dati di evento, comunemente conosciuto anche come scatola nera. Proprio sulla scia di quello che avviene su treni e aerei, questo nuovo sistema permetterà di ricostruire nei dettagli la dinamica degli incidenti stradali e sarà utile per stabilire con maggiore precisione le eventuali responsabilità. Per tutti i nuovi veicoli sarà obbligatorio disporre del sistema di frenata d’emergenza (cosa che accade già per autocarri e autobus), di un sistema di mantenimento di corsia, della segnalazione dell’arresto di emergenza e del rilevamento automatico della retromarcia.

VISIONE DIRETTA DAL 2025 E CRASH TEST

Con le nuove norme in materia di sicurezza, autobus e autocarri dovranno disporre obbligatoriamente di scocche progettate e realizzate in modo da migliorare la visibilità degli utenti vulnerabili (come pedoni e ciclisti), con la riduzione degli angoli ciechi davanti e ai lati del conducente. Questa normativa dovrebbe entrare in vigore dal novembre 2025 sui nuovi modelli e dal novembre 2028 per quelli già esistenti. Anche i crash test sono stati materia di revisione da parte del Parlamento Europeo, con l’inasprimento dei requisiti di omologazione per quelli anteriori e laterali e per i parabrezza.

Ultima modifica: 29 maggio 2019