Scuderia del Portello: tutte le informazioni sul club Alfa Romeo

47 0
47 0

Il club ufficiale Alfa Romeo ha un nome ben preciso e una storia di tutto rispetto: la scuderia del Portello che nasce qualche decennio con scopi precisi.

Cos’è la Scuderia del Portello

 

In buona sostanza si tratta del vero club ufficiale della casa del biscione, di Alfa Romeo. La sua nascita è stata fomentata da eventi sportivi ben precisi di cui parleremo in seguito e la sua sede, presso quella casa automobilistica ad Arese, è testimonianza dell’ufficialità che questo club riveste nel panorama competitivo e organizzativo che va ben oltre i confini italiani.

La storia della Scuderia del Portello

 

Il momento saliente che spinge la nascita del club è l’istituzione da parte di AutoCapital del Trofeo AutoCapital Europa dedicato alle auto d’epoca private preparate per le competizioni. Correva l’anno 1982 quando Luca Grandoni, l’allora direttore della rivista, insieme ad altri illustri personaggi addetti ai lavori, chiese un appoggio forte alla casa milanese per far si che i collezionisti di Alfa Romeo preparate alle gare potessero partecipare al trofeo in via ufficiale. E così è stato, venne istituito il club in rappresentanza dei collezionisti proprietari alfisti e i numeri ottenuti dalle auto italiane sono stati nel corso degli anni davvero degni di nota.

L’attività del Club nel corso degli anni è diventata sempre più importante, tanto che oltre alle gare di auto d’epoca vennero affiancate anche gare con auto moderne. E’ molto facile trovare la presenza in eventi dal carattere internazionale come organizzazione: la Carrera Panamericana in Messico non è che un esempio di dove questo club è arrivato adesso. Uno dei riconoscimenti più grandi che Alfa Romeo ha concesso al Club del Portello è la gestione del patrimonio storico del museo di Arese. Da oltre venti anni organizza la premiazione dei campioni Alfa Romeo.

La scuderia del Portello, il club ufficiale Alfa Romeo

In Italia i club di ‘alfisti’ sono presenti in lungo e in largo senza esclusione di zone territoriali, ma quello che il Club del Portello ha saputo costruire e coltivare nel corso della sua ultratrentennale storia è l’ufficialità; ha saputo lavorare con la responsabilità grande di dover rappresentare degnamente Alfa Romeo non solo in Italia, ma in Europa e nel mondo intero. Da ‘semplice’ strumento di tutela per i collezionisti, diventa in pochi anni un punto di riferimento forte per la casa milanese ma anche per tutti coloro che vedono nel marchio con la biscia, non solo automobili ma un vero e proprio stile vita.

Ultima modifica: 4 dicembre 2017