San Valentino, le auto usate a due posti più vendute

231 0
231 0

San Valentino, Autouncle.it stavolta ha quindi un po’ sul tema della “coppia” cercando le auto a due posti più vendute degli ultimi due mesi. I modelli sono sette.

Si parte ovviamente con l’auto che, negli ultimi 20 anni, ha rivoluzionato maggiormente il mercato dando origine ad un vero e proprio stile di vita, la Smart ForTwo. La casa automobilistica di proprietà Daimler AG (titolare anche del marchio Mercedes-Benz) nacque ufficialmente nel 1996.

In verità, il progetto iniziale per una biposto risaliva agli anni Settanta. Il nome dell’auto deriva da “Swatch-Mercedes ART” (ma significa anche “furbo”), infatti il progetto nacque da un accordo tra la Swatch e la Mercedes. Il lancio ufficiale avviene nel 1998 e fin da subito la Smart divenne la regina degli spazi urbani con i suoi soli 2 metri e mezzo di lunghezza.

La Mercedes SLK200 continua ad essere la cabrio usata più ricercata fra quelle della casa tedesca, in quanto la più economica fra le SLK. Piccola e leggera, è anche molto facile da rivendere. A differenza delle altre SLK più potenti, poteva essere integrata col cambio joystick.

Terzo posto per la BMW Z4 Roadster. Negli ultimi anni il prezzo dell’usato è calato tantissimo. Ma il prodotto è sempre notevole, soprattutto se doveste sceglierne una con, tutto sommato, pochi km. Per essere una cabrio sportiva è tutt’altro che scomoda. Ha la qualità, la sicurezza e l’efficienza che vi servono, anche se non la userete come Ewan McGregor nell’inseguimento iniziale del film “Stormbreaker”.

Quarto posto per quella che, probabilmente, è l’auto più longeva nel settore due posti, cioè la Mazda MX5. La MX5 è stata rinfrescata di recente, per ritrovare la leggerezza e la guidabilità con le quali aveva stupito gli automobilisti di tutto il mondo al suo arrivo, nel 1989. La piccola giapponese è forse la roadster più venduta di tutti i tempi, con oltre 12mila esemplari venduti  nella sola Italia e un milione e mezzo nel mondo.

Alzando leggermente l’asticella del prezzo, potete puntare sulla Porsche Boxster: aggressiva quanto equilibrata ed elegante, al contrario di altre sportive (e delle berline di simile potenza), non si è deprezzata rapidamente. Con i restyling, come è buona tradizione della Porsche, le Boxster non sono state rivoluzionate stilisticamente. Le qualità di guida sono da sportiva di razza, e possono essere ulteriormente affinate investendo in optional “performanti”.

Sesto posto per l’Audi TT Roadster, nella seconda versione che presentò alcune novità come l’anteriore in alluminio e il posteriore in acciaio, in modo da avere un miglior bilanciamento dei pesi. Forse la terza serie ha perso qualcosa in design (rispetto alle linee curve precedenti), ma ha mantenuto il TFSI a iniezione diretta, che per quattro anni consecutivi è stato eletto “motore dell’anno”.

Chiude Lotus

Infine, c’è spazio pure per la Lotus Elise. Compirà 20 anni l’anno prossimo, ma la sua leggerezza (e compattezza) d’alluminio è impagabile per chi ama prestazioni agili. Siamo completamente in un’altra fascia di budget ma, tutto sommato, l’auto (nel nuovo come nell’usato, tra i quali non vi è molta differenza) viaggia su prezzi contenuti: la versione CR costa sui 37mila euro. Niente male per un piccolo bolide che fa 0-100 km in 6,1 secondi. Magari non è comodissima, ma è di sicuro un’auto divertente.

Le auto usate a due posti più vendute di Autouncle.it
Le auto usate a due posti più vendute di Autouncle.it

Ultima modifica: 14 febbraio 2019