Salone di Detroit: storia e informazioni utili

651 0
651 0

Una delle tappe fondamentali per quello che riguarda il mondo delle auto, da sempre il Salone di Detroit è foriero di novità interessanti. Il mercato dell’auto è un universo in continuo movimento e in maniera sempre più veloce. la tecnologia, la sicurezza attiva, le nuove motorizzazioni e i restyling sempre più frequenti fanno tappa nelle più grandi esposizioni del mondo, come il Salone di Detroit, pietra miliare da oltre un secolo.

Storia del Salone di Detroit

 

La prima edizione del salone risale all’anno 1907 agli albori della produzione automobilistica. La sede di allora (e lo è stata per parecchi anni) era il Beller’s Beer Garden, ma poi fu spostata nel 1985 per ragioni evidenti di spazio all’attuale Cobo Center che mette a disposizione la considerevole area di 93.000 m2. Il nome ufficiale dell’evento è NAIAS (North American International Auto Show) ma risale ad un’epoca pressochè recente, infatti è stato chiamato così dal 1989 in poi.

Nel corso del tempo si è saputo imporre come l’esposizione di auto più importante d’America e rimane uno degli appuntamenti più appetitosi per le case automobilistiche visto anche il periodo dell’anno in cui si svolge (sempre in gennaio).

Curiosità Salone di Detroit

 

Una delle domande più diffuse è: perché la scelta di Detroit per il salone americano e non di qualche altra città ben più blasonata? La risposta è semplice, nella città hanno sede 3 colossi mondiali dell’auto: Ford, Chrysler e General Motors. Una interessante curiosità è quella che si tratta dell’unico salone riconosciuto dal 2006 ufficialmente dall‘Organizzazione internazionale di costruttori di veicoli a motore organizzato negli Stati Uniti d’AmericaUn’ultima curiosità sulla sua storia ultracentenaria è che in verità non è stato effettivamente svolto ogni anno dal 1907 a oggi, il periodo che va dal 1943 al 1952 non ha visto alcuna edizione dello show svolgersi.

Come raggiungere Salone di Detroit

Gli Usa si sa quando organizzano una cosa la organizzano bene. La macchina dei servizi che ruota attorno all’evento è sempre ben oleata e funziona alla perfezione. Una fitta rete di navette dedicate porteranno i visitatori all’ingresso e possono essere utilizzate da qualsiasi punto della città. Non mancano di certo bus, metro o taxi a rendere il tragitto più semplice. Ovviamente nel caso in cui si decida di prenotarsi una mini vacanza è bene farlo per tempo, usufruendo così della possibilità di alloggiare nelle vicinanze per poter raggiungere il Cobo Center a piedi. I biglietti vengono venduti già parecchi mesi primi sul sito ufficiale dell’evento.

Ultima modifica: 14 dicembre 2017