Reby con monopattini e scooter elettrici nella offerta sharing di Telepass

2964 0
2964 0

Telepass continua l’ampliamento dei servizi di sharing mobility attraverso l’introduzione dei monopattini e degli scooter elettrici di Reby, operatore spagnolo leader in micromobilità in Europa e presente in Italia in dieci città, concentrate prevalentemente nel centro-sud: Firenze, Grosseto, Gaeta, Minturno, Ponza, Benevento, Caserta, Napoli, Lecce e Bergamo.

Il noleggio dei monopattini e degli scooter elettrici Reby è possibile da oggi in queste città (nell’isola di Ponza a partire dal prossimo mese) attraverso l’app Telepass Pay, in aggiunta alla app Reby e, nelle prossime settimane, la flotta sarà ulteriormente integrata da un servizio di bike sharing nelle città di Lecce e Grosseto.

Telepass Pay è la app che permette il pagamento di servizi integrati di mobilità, senza l’uso del contante, utilizzando solo il proprio smartphone.

A partire da oggi, per noleggiare un veicolo Reby sarà sufficiente essere cliente Telepass Pay, entrare nell’applicazione mobile gratuita Telepass Pay – scaricabile su smartphone Android e iOS -, localizzare il mezzo più vicino e sbloccarlo. Gli utenti potranno circolare liberamente all’interno dell’area operativa Reby della Città, facilmente riconoscibile dalla mappa in-app, lasciando i mezzi a fine corsa in aree che non intralcino il traffico stradale o parcheggiando senza costi in tutti gli spazi delimitati da strisce bianche o blu.

Reby è attiva in oltre 18 città in Europa, tra Spagna e Italia. Ad oggi i veicoli Reby hanno effettuato più di 3 milioni di corse, permettendo un risparmio di 3 tonnellate di CO2. In Spagna, Reby ha vinto il premio Citython 2021, un hackaton che affronta la costante ricerca di soluzioni pratiche per sviluppare nuove applicazioni di mobilità urbana. Reby è infatti l’azienda di micro-mobilità all’avanguardia in termini di sostenibilità: il suo obiettivo è creare città sicure, senza traffico e inquinamento, ed è in prima linea nella rivoluzione della mobilità urbana.

In particolare, i veicoli elettrici Reby, economici e facili da guidare, sono realizzati per il 95% con materiali riciclabili e sono inoltre dotati di un sensore atmosferico in grado di generare suggerimenti di percorso in tempo reale, indirizzando gli utenti verso percorsi più puliti. Reby ha anche sviluppato una tecnologia di rilevamento dei rischi di percorso, in grado di avvisare il conducente in tempo reale di ridurre la velocità, per prevenire possibili incidenti.

Le parole di Gabriele Benedetto, CEO di Telepass

L’ingresso dei monopattini e degli scooter Reby nel nostro ecosistema di mobilità integrata amplia l’offerta di sharing mobility in città. Telepass non é solo pagamento del pedaggio autostradale senza code ai caselli, ma è ormai molto di più di quanto si pensi e facilita la vita delle persone in movimento anche nelle città. Con i veicoli Reby aggiungiamo una nuova esperienza per i nostri clienti, consentendo di spostarsi in modo alternativo e senza inquinare.

Le parole di Pep Gomez, fondatore di Reby

L’integrazione in Telepass è un ulteriore passo nell’impegno di Reby per essere una vera soluzione per il mercato italiano della mobilità. Crediamo che essere alla portata degli utenti Telepass ci permetta di unire le forze con un’azienda di riferimento del settore, facilitando l’accesso ai nostri veicoli e migliorando così le città in cui operiamo.”

 

Continua la trasformazione di Telepass da operatore di pedaggi autostradali a dinamico protagonista della smart mobility. Attraverso un unico abbonamento e un’unica app si accede infatti a un circuito di pagamento invisibile per offrire un’esperienza di mobilità integrata, con una piattaforma di servizi in continua evoluzione: dal pagamento del parcheggio, del taxi, del treno e del carburante al lavaggio auto e moto a domicilio, dall’acquisto dello skipass alle polizze assicurative, al noleggio di mezzi di spostamento alternativo come, appena arrivati, i monopattini e gli scooter Reby.

Leggi ora: tutte le news Telepass

Ultima modifica: 24 marzo 2022

In questo articolo