PSA abbandona la joint venture con la cinese Changan

199 0
199 0

Il gruppo francese PSA mette fine alla collaborazione con la cinese Changan Automobile. Si ferma dunque la joint venture durata otto anni fra le due società, che si erano messe d’accordo per produrre e vendere in terra cinese i modelli a marchio DS.

Leggi anche: Fusione FCA-PSA, ecco l’accordo. Tutti i numeri e le parole di Carlos Tavares

PSA non smetterà di costruire e vendere le automobili DS in Cina, ma appunto senza la collaborazione di Changan. Fra l’altro, il grande gruppo francese ha già un altro grande accordo di joint venture con Dongfeng Motor.

Leggi anche: PSA, la nuova Peugeot 208, l’elettrificazione secondo Thorel

“Vorremmo ringraziare Changan per il loro supporto negli ultimi otto anni” spiegano quelli di PSA in un comunicato ufficiale.

Le ragioni di questa scelta sono da attribuire, molto probabilmente, al calo di vendite registrato da PSA in Cina. Se nel 2014 le vendite arrivavano a 700mila unità, nei primi nove mesi del 2019 si è arrivati ad appena 94mila. Ancora più preoccupanti sono i numeri del marchio DS: solo 311 esemplari venduti nel terzo trimestre del 2019.

Ultima modifica: 4 novembre 2019