Porsche 911, la modalità pioggia per prevenire l’aquaplaning

430 0
430 0

La nuova Porsche 911 è dotata di numerose tecnologie innovative che la rendono la più avanzata da questo punto di vista. Una delle novità di questo modello è rappresentato da una modalità di guida. La “Wet Mode“, ossia quella per la pioggia. Porsche ha deciso di inserirla nella nuova 911 per evitare le situazioni di aquaplaning, secondo quanto riporta Automotive News.

Il fenomeno dell’aquaplaning in condizioni di asfalto scivoloso è abbastanza frequente per le auto sportive. Peso contenuto e ruote larghe facilitano la perdita di aderenza. Il sistema di sicurezza della 911 è dotato di piccoli sensori che misurano l’intensità dell’acqua che si solleva dalla strada verso i passaruota anteriori.

Se il computer identifica che si tratta di condizioni da modalità “Wet” suggerisce al guidatore di passare a questo assetto. Per diminuire il pericolo si aquaplaning, viene inviata una maggior potenza alle ruote anteriori più piccole riducendo la coppia motore. Allo stesso tempo di attivano dei piccoli flap aerodinamici che aumentano la downforce.

Il dipartimento Porsche Advanced Development aveva già sviluppato un sistema simile negli anni ’90 all’interno del programma di ricerca europeo. Inizialmente era stato previsto che questa tecnologia sarebbe stata adottata dai modelli top di gamma. Ad esempio, la 911 Turbo. August Achleitner, il padre della 911, però si impose contro questa possibilità.

Ultima modifica: 7 gennaio 2019