Porsche conferma, la 911 GT3 RS sotto i 7 minuti al Nurburgring

1833 0
1833 0

Le indiscrezioni dei giorni scorsi sono state confermate dalla stessa Porsche. La 911 GT3 RS è andata sotto i 7 minuti al Nurburgring il 16 aprile. Guidata da Kévin Estre, pilota del team ufficiale Porsche, la sportiva ha timbrato 6’56″4. La GT3 RS da 520 cavalli è la terza Porsche a scendere sotto i 7 minuti sul celebre “inferno verde”. Prima di lei ci erano riuscite la 918 Spyder e la 911 GT2 RS.

Il tempo sul giro di Estre è risultato di 24 secondi più veloce del miglior tempo conseguito con il precedente modello GT3 RS. “Nessun altro modello Porsche arriva tanto vicino alle prestazioni da gara come la nuova GT3 RS“, dice Frank Steffen Walliser, Vice President Motorsport e Vetture GT. “Su questa vettura sono state trasferite molte idee innovative derivate dal mondo delle corse automobilistiche di alto livello. Ad esempio, dalla 911 GT3 R. E’ questa la nostra filosofia per quanto riguarda i modelli GT. La tecnologia più avanzata deve essere affascinante, ma al tempo stesso tangibile. E non esiste terreno di prova più sfidante della Nordschleife per testare le nostre idee“.

Oltre a Estre, si alternato alla guida della vettura anche Lars Kern, altro pilota Porsche. “Tutti e quattro i tempi sul giro dei due piloti si sono mantenuti al di sotto dei sette minuti“, ha detto Andreas Preuninger, Responsabile della GT Model Line.

La 911 GT3 RS è stata presentata al Salone di Ginevra. Il motore 4 litri ad alta velocità e aspirazione naturale eroga una potenza di 520 cavalli. La sportiva ad alte prestazioni accelera da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi e raggiunge una velocità massima di 312 km/h.

Questo giro è stata per me un’esperienza sensazionale“, ha detto Estre. “In particolare sulle curve veloci e in frenata le prestazioni della GT3 RS sono incredibilmente simili a quelle dalla nostra GT3 R da gara. Il propulsore della GT3 RS mi piace moltissimo. Arrivare fino a 9.000 giri al minuto con un sei cilindri è semplicemente fantastico. Il rombo fa sognare e la coppia motrice è fenomenale“.

Ultima modifica: 20 aprile 2018

In questo articolo