Polestar 1: un’edizione speciale al Salone di Shanghai 2021

1201 0
1201 0

Polestar 1, la prima berlina ibrida della casa che fa capo a Volvo, cesserà entro la fine del 2021 di essere prodotta. Al Salone di Shanghai avrà però un posto fra le novità, in una variante speciale denominata Polestar 1 Gold Edition.

Polestar 1 Gold Edition 2
Polestar 1 Gold Edition (Foto: Polestar)

La breve carriera di Polestar 1, presentata per la prima volta nel 2018, era già stata programmata. La lussuosa berlina è infatti nata come vettura di lancio per il nuovo corso del marchio Polestar, che da satellite di Volvo è diventata azienda autonoma (entrambe di proprietà della cinese Geely). Polestar 1 è dunque una vetrina, un esempio di quello che l’azienda ha intenzione di fare in termini tecnologici e stilistici. Fin dall’inizio, infatti, la Polestar 1 è stata concepita come il primo e unico modello ibrido dell’azienda, prima di passare a un catalogo completamente elettrico.

“È difficile credere che la nostra bellissima auto giunga al termine del suo ciclo di vita entro la fine dell’anno”, ha detto il CEO di Polestar Thomas Ingenlath; “Abbiamo ampliato i confini con questa vettura, non solo in termini di ingegneria, ma anche di design e produzione. Polestar 1 ha dato il tono al nostro marchio e i suoi geni sono evidenti in Polestar 2, come lo saranno nelle nostre future auto”.

Della Polestar 1 è stato pianificato un ciclo di produzione di 500 unità all’anno per tre anni. Al momento, però, ne sono state vendute solo 65 esemplari nel mercato europeo. Ad ogni modo, Polestar ha confermato che rimangono ancora pochi modelli a disposizione per chi li volesse prenotare.

Fra questi c’è la Polestar 1 Gold Edition, variante speciale che debutta al Salone di Shanghai 2021 e di cui verranno realizzati solo 25 pezzi. Si presenta con una vernice oro opaco creata appositamente, arricchita da dettagli in nero a contrasto.
Anche all’interno troviamo oro e nero, ma gestiti al contrario: rivestimenti neri e cuciture dorate a contrasto.

Ultima modifica: 19 aprile 2021

In questo articolo