Polestar 1, i numeri della produzione potrebbero essere ritoccati

782 0
782 0

Inizialmente era stata prevista una produzione da 500 unità l’anno per la Polestar 1. Questi numeri, però, potrebbero essere ritoccati. La coupé ibrida che inaugura la produzione del marchio elettrico-sportivo di Volvo sembra piacere molto. Dal momento dell’annuncio della vettura, 5.000 clienti si sono detti interessati all’acquisto.

Va da sé che, con i numeri di produzione previsti, i tempi d’attesa rischino di diventare biblici. Per questo, la Casa svedese potrebbe rivedere i suoi piani iniziali. “Stiamo cercando di capire se possiamo aumentare il nostro volume produttivo di 500 auto l’anno“, ha ammesso il Ceo Thomas Ingenlath ad Automotive News. “Penso ci sia la possibilità per raddoppiare i turni di lavoro“. La produzione avverrà in Cina, nell’impianto di Chengdu, per tre anni al ritmo di un turno giornaliero.

La Polestar 1 è attesa sul mercato a metà del prossimo anno. Due porte e quattro posti, la coupé ibrida avrà una potenza di 600 cavalli e un’autonomia puramente elettrica di 150 km. Il costo dovrebbe aggirarsi fra i 130 e i 150 mila euro. La nuova fabbrica di Chengdu non sarà completata prima della metà di quest’anno. E, a metà 2019, la Polestar 1 comincerà a uscire dalla linea produttiva per il mercato.

A rendere così lunga la produzione è il telaio in fibra di carbonio. Si tratta della prima volta che Volvo costruisce una vettura in fibra di carbonio. Servirà quindi del tempo per prendere confidenza con questo nuovo processo. La Polestar 1 debutterà al Salone di Ginevra a marzo e poco dopo partiranno anche gli ordini.

Ultima modifica: 8 febbraio 2018