Pericolo di incendio per le Tesla? A San Francisco si indaga

874 0
874 0

Le auto elettriche Tesla sono sotto esame da parte delle autorità statunitensi. Uno dei più recenti arriva da San Francisco, dove il Dipartimento dei Vigili del Fuoco cittadino ha annunciato lo svolgimento di un’indagine sul caso di una Tesla Model S che si è incendiata in un garage.

Leggi anche: Auto elettriche, negli USA scatta l’allarme incendi

Secondo i media americani, l’incidente è avvenuto lo scorso giovedì (2 maggio). Usciti in risposta a una chiamata di emergenza che segnalava un principio di incendio, i vigili del fuoco si sono trovati sul posto di fronte una Model S dalla quale usciva una grande quantità di fumo dalla sua parte anteriore destra. L’incendio è stato domato con facilità, ma non sono state ancora accertate le cause scatenanti. L’auto, come confermato dal Dipartimento dei Vigili del Fuoco di San Francisco, non era collegata alla rete elettrica al momento dell’incendio. Resta dunque da stabilire se sia un problema legato alla batteria o ad altri elementi, anche esterni.

Leggi anche: Tesla Autopilot: in causa per l’incidente mortale sulla Model X

In una veloce dichiarazione, l’azienda di Elon Musk ha così commentato la vicenda: “Le auto Tesla hanno una probabilità di incendiarsi circa dieci volte più bassa rispetto alle auto a gas. In questo caso non abbiamo ricevuto nessuna informazione che possa indicare che l’incendio sia il risultato di eventuali problemi legati all’auto stessa. Tuttavia, crediamo cha anche un fattore di dieci incendi in meno per veicolo sia comunque troppo e il nostro obiettivo è quello di arrivare il più vicino possibile allo zero”.

Ultima modifica: 6 maggio 2019