Noleggio auto estivo: quanto costa

291 0
291 0

Sempre più spesso le vacanze diventano occasione di scoperta di nuovi luoghi; i tipici percorsi turistici ed i vincoli di spostamento sono sempre meno accettati dal turista, che preferisce poter gestire la propria vacanza in completa libertà. Per questo sempre più persone ricorrono al noleggio auto. Andiamo a vedere il funzionamento di questa formula sempre più diffusa.

Come funziona il noleggio auto estivo

Anzitutto parliamo dell’età; non è sufficiente essere patentati; l’età minima per noleggiare un’ auto non coincide con l’età dell’ottenimento della patente, ma è quella di 21 anni, con alcune variazioni a seconda del modello che si intende noleggiare e la possibilità di sovrattasse per guidatori di età minore di 25 anni. Altre limitazioni possono scattare all’età di 65 anni, con sovrattasse per i guidatori che hanno superato tale età, mentre alcune agenzie non noleggiano auto ai maggiori di 70 anni.

La stipula del noleggio può avvenire direttamente in una sede dell’agenzia o tramite call center; la modalità più diffusa è comunque la prenotazione su internet, dove è possibile usufruire di promozioni particolari; inoltre è possibile comparare i prezzi tramite appositi motori di ricerca che  raffrontano le varie offerte delle principali agenzie. Una volta scelta l’auto desiderata, il periodo ed i punti di consegna e riconsegna della vettura, ci sono altri elementi da considerare; innanzitutto il chilometraggio: si può optare per una formula a chilometraggio limitato, dove si dovrà pagare un sovrapprezzo per i chilometri percorsi in più rispetto a quelli pattuiti in fase di noleggio, oppure la formula a chilometraggio illimitato, per muoversi senza altra preoccupazione che quella del consumo di benzina. A proposito di benzina, l’auto viene solitamente consegnata con un pieno e dovrà essere riconsegnata sempre con un pieno, altrimenti si dovrà pagare la differenza del costo del carburante. In altri casi più rari l’auto viene consegnata con un minimo di benzina e sarà preoccupazione del cliente portarla al più presto ad una stazione di servizio. La consegna e riconsegna dell’auto dovranno avvenire nella stessa sede; diversamente si può optare per il “one way” o “drop off”, ovvero la possibilità di prelevare l’auto in una sede e riconsegnarla in un’altra, premurandosi di controllare se questa opzione preveda costi aggiuntivi. 

Quanto costa


Riguardo al prezzo, è bene parlare delle modalità di pagamento. L’opzione più sicura è quella del pagamento con carta di credito (con numeri in rilievo) che resta la modalità tipica nel noleggio auto; altre modalità (carte di debito o carte prepagate) non sono accettate ovunque ed è quindi necessario informarsi in anticipo, oltre ad assicurarsi che l’importo presente sia sufficiente a coprire eventuali spese extra non calcolate, oltre alla franchigia (che solitamente corrisponde al deposito cauzionale).

L’importo per un noleggio può variare in base a moltissimi fattori: tipologia di auto, sovrattassa per l’età del guidatore, nazione dove si noleggia la vettura. Altro elemento fondamentale che incide sul prezzo è la presenza o meno di prenotazione: proprio come accade nel caso di un viaggio in aereo, prenotare in anticipo può incidere fortemente sul costo totale del nostro noleggio. Anche la copertura assicurativa incide sul prezzo complessivo: esiste una copertura standard con franchigia, ma è in ogni caso possibile optare per altre formule che garantiscono una maggiore copertura, oltre ad assicurazioni vere e proprie che abbattono il costo della franchigia, il costo delle quali va sommato a quello giornaliero per il noleggio. Orientativamente, considerando un’auto media con copertura standard, ci possono essere offerte e promozioni particolari che permettono di ottenere un’auto a circa 15 euro al giorno, fino ai 40 euro ed anche oltre in caso di variabili come la nazione in cui si effettua ed il segmento auto più o meno elevato.

Responsabilità e assicurazione

La copertura assicurativa e la limitazione di responsabilità hanno un livello standard, che può essere ampliato con l’acquisto di ulteriori pacchetti e assicurazioni. Di base la copertura standard prevede RCA ,ovvero danni a terzi (a volte definita TPI,  Third Party Insurance) fino ad un certo massimale, CDW(Collision Damage Waiver) anche conosciuta come Kasko, ovvero la copertura dei danni in caso di sinistro e TW (Theft Waiver), ovvero l’assicurazione contro furto o tentativo di furto. Tutte queste assicurazioni di base sono coperte dal prezzo della franchigia. La franchigia è una cifra variabile, che solitamente coincide col deposito cauzionale, che resta all’agenzia nelle fattispecie appena descritte (danni a terzi, danni all’auto o furto). In caso ad esempio di un danno che ammonta a 1000 euro, se la franchigia è di 500 euro il guidatore perderà tale somma, mentre la restante cifra sarà coperta dall’agenzia stessa.

La franchigia quindi, unita ai tre dispositivi assicurativi appena esposti, è la forma più comune di assicurazione nel noleggio auto. Ovviamente, con l’aumentare del prezzo del pacchetto scelto si avrà una sempre minore responsabilità ed un’estensione nella copertura assicurativa delle varie parti dell’auto(oltre alla carrozzeria che invece è tutelata dalla copertura standard). Un’ulteriore opzione si può avere con un’assicurazione extra di rimborso della franchigia; sottoscrivendo un’assicurazione simile, a fronte di una spesa quotidiana (variabile a seconda del pacchetto scelto) si avrà, in caso di sinistro, la restituzione dell’intero valore della franchigia stessa. Da sottolineare comunque che esiste una gamma di fattispecie che disattivano  le coperture appena descritte; negligenza del guidatore, atti dolosi, perdita delle chiavi, danni dovuti ad incuria, guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, guida fuoristrada o danni causati da guidatori non autorizzati esulano dalla copertura assicurativa e ne inficiano l’efficacia. Infine esistono coperture addizionali che riguardano gli infortuni del conducente, la protezione di effetti personali e l’assistenza stradale.

Con un’attenta valutazione della copertura assicurativa, una scelta oculata del punto di consegna e di riconsegna, una selezione ottimale dell’auto adatta alle proprie esigenze ed un congruo anticipo della prenotazione si può quindi ottenere un servizio che permetta, in maniera economicamente vantaggiosa, di avere piena libertà di movimento, liberandosi da ogni vincolo di mezzi pubblici ed orari e gestendo la propria vacanza nel migliore dei modi, visitando nuove località senza dover rinunciare alla comodità, ormai sempre più imprescindibile, delle quattro ruote.

Ultima modifica: 2 agosto 2018