Nissan posticipa la chiusura degli impianti di Barcellona

154 0
154 0

Nissan fa un piccolo passo indietro nel suo programma di tagli e chiusure, messo in campo per risanare le finanze. L’azienda giapponese ha infatti deciso di rimandare fino a giugno 2021 l’annunciata chiusura dei suoi tre impianti di Barcellona, originariamente prevista per dicembre 2020. L’intenzione di posticipare la chiusura è però vincolata a una condizione: che i lavoratori riprendano a lavorare.

La decisione di fermare la produzione degli stabilimenti di Barcellona era stata annunciata lo scorso maggio. L’operazione ha come conseguenza il licenziamento di circa 3mila lavoratori: uno scenario che ha ovviamente scatenato scioperi e proteste da parte di operai e impiegati. Il governo di Madrid, da parte sua, si è impegnato a convincere Nissan a rimanere.

La chiusura degli impianti non è stata annullata, ma solo rimandata. Come parte dell’accordo di rinvio, Nissan ha promesso di bloccare i licenziamenti almeno fino alla fine del 2020. Tutto ciò, secondo Nissan, permetterà alle autorità spagnole di avere il giusto tempo per trovare un’altra società interessata agli impianti e, magari, ad assorbire la forza lavoro.

Ultima modifica: 22 luglio 2020