McLaren vuole dare alla Senna un futuro nelle corse

1007 0
1007 0

McLaren Senna è l’auto più esaltante in circolazione. Negli ultimi giorni, la casa di Woking ha diffuso i numeri eccezionali delle prestazioni della hypercar. Tributo ad Ayrton Senna, il grande pilota brasiliano che ha fatto la storia della F.1 alla guida della McLaren, le corse potrebbero essere nel futuro anche di questa vettura.

Il modello, prodotto in 500 esemplari già tutti venduti, è un’auto da corsa ma omologata per la strada. Se verranno compiute alcune modifiche ai regolamenti delle competizioni, ecco che la Senna potrà dire la sua in pista. L’aerodinamica attiva e l’altezza da terra adattabile sono due caratteristiche della supercar, non permesse nel mondo delle corse.

Posso sicuramente concepire che la Senna gareggi“, ha detto il chief executive Mike Flewitt ad Autocar. “Non posso confermare niente in questo momento, ma stiamo lavorando a un progetto. Per il modo in cui è progettata dal punto di vista aerodinamico e per l’assoluto bilanciamento della vettura, sarebbe veramente competitiva. Non si può mai dire con sicurezza che sarà vincente, ma non ci cimenteremmo in una cosa simile se non lo pensassimo“.

Si guarda con grande attenzione a cosa accadrà a Le Mans dopo il 2020. Il declino delle LMP1, con la sola Toyota come costruttore in gara, potrebbe portare a cambiamenti. Ci potrebbe essere un’apertura in direzione delle supercar stradali ed ecco allora che, con opportune modifiche, la Senna entrerebbe in ballo. E, con lei, anche altre vetture come la Aston Martin Valkyrie o la Mercedes-AMG Project One. Se ne saprà di più in una riunione Fia il 9 marzo. Curiosamente tre giorni dopo il debutto della Senna al Salone di Ginevra.

Ultima modifica: 8 febbraio 2018