McLaren rallenta il lancio di nuove auto, causa Coronavirus

258 0
258 0

McLaren ha tirato il freno al suo ambizioso programma industriale chiamato Track 25 e inaugurato nel 2018, che prevede il lancio di 18 nuovi modelli di auto entro il 2025. Questo rallentamento sulla tabella di marcia è stato causato dall’epidemia di Covid-19.

“Il Coronavirus ci sarà costato probabilmente due anni di ritardo”, ha affermato il CEO di McLaren Mike Flewitt in un’intervista. “Nel 2020 faremo ben poco. Penso che ci vorrà tutto il 2021 per riuscire a recuperare”.

Fino ad ora il programma Track 25 ha funzionato secondo i piani, con le nuove McLaren 765LT e Mclaren Elva quasi pronte per le consegne (anche se con un po’ di ritardo).

Tutte le operazioni di McLaren, come per molte altre case automobilistiche, sono rimaste bloccate a causa del lockdown legato al Coronavirus. Qualcosa sta iniziando a tornare in attività, ma i blocchi non sono il solo ostacolo per McLaren (e per il mondo dell’automotive in generale). La domanda di nuove auto, infatti, sarà molto probabilmente nettamente inferiore rispetto ai livelli pre-Coronavirus. Il che significa per l’azienda inglese dover operare alcuni tagli sui modelli programmati nel suo Track 25.

“Una della cose più impegnative”, continua Flewitt, “è riuscire a elaborare un piano aziendale per il prossimo futuro, cercando di prevedere come saranno i mercati e quali saranno gli appetiti dei clienti”.

Ultima modifica: 19 maggio 2020