Una McLaren 650S Spider mangiata da un asino. È successo in Germania

2095 0
2095 0

Chissà cosa potrà mai aver pensato Markus Zahn, signore tedesco proprietario di una McLaren 650S Spider da 300mila euro, vedendo un asino masticare il retro della sua supercar. Sembra una storia assurda, ma è accaduta veramente poco tempo fa a Vogelsberg, un piccolo paese rurale della Turingia, nel centro della Germania.

I FATTI

Il 15 settembre scorso Zahn ha parcheggiato la sua McLaren 650S Spider accanto a un recinto, all’interno di un allevamento di campagna. Un luogo isolato, ma uno dei pochi “abitanti” si è accorto della macchina in sosta e si è avvicinato. Il tale in questione si chiamava Vitus, un asino talmente affascinato dall’auto da volerla addirittura assaggiare, iniziando così a masticarne il retro.

“Ho guardato lo specchietto retrovisore e ho visto improvvisamente un paio di orecchie pelose e sentito un suono strano”, così ha detto in un’intervista al quotidiano tedesco Bild il proprietario della McLaren, aggiungendo poi che “il suono proveniva da un asino, che stava masticando il mio parafango”.

Lo scherzetto di Vitus, per quanto esilarante, ha causato non pochi danni alla supercar, che ammontano a circa 30mila euro.

Leggi anche: Le auto a guida autonoma di Volvo confuse dai canguri

Mclaren 650S Spider
Una McLaren 650S Spider arancione, come quella mangiucchiata dall’asino Vitus

CHI PAGA?

A quanto pare, la maggior parte del costo delle riparazioni è coperta dall’assicurazione. Ma rimangono fuori circa 5800 euro che Markus Zahn vorrebbe far pagare al proprietario di Vitus. Questi però si è rifiutato di pagare, sostenendo che non è certo colpa sua e nemmeno dell’asino: l’animale è stato probabilmente ingannato dal colore della supercar, un arancione acceso che ha fatto sì che Vitus la scambiasse per una succulenta e gigantesca carota.

Al momento la questione è passata in tribunale.

Ultima modifica: 11 ottobre 2017