Il weekend Maserati al Grand Prix de Monaco Historique

522 0
522 0

Centottanta vetture storiche Grand Prix si sono radunate nel Principato di Monaco questo fine settimana, per dare vita al Grand Prix de Monaco Historique. Tra queste, 19 Maserati. Dalla 250F, vincitrice della Formula 1 nel 1957, all’iconica 300S, fino alle rarissime 6CM e V8RI.

Per l’undicesima edizione di questo prestigioso evento sono state reintrodotte a grande richiesta automobili dell’anteguerra per competere nella serie A. Questa categoria di vetture Grand Prix sono state denominate “Formula 1” al termine della Seconda Guerra Mondiale. Due Maserati sono state inserite in questa categoria. La 6CM guidata da Anthony Sinopoli ha conquistato un terzo posto. Sono solo tredici, delle ventisette prodotte, le Maserati 6CM ancora esistenti, tutte dotate di un avanzato sistema di sospensioni anteriori che consente di adattare le molle ai diversi circuiti.

La gara della serie B ha visto la partecipazione di Julia De Baldanza, una delle due sole pilota donne in gara. Ha corso con la sua amata Maserati A6GCM del 1952 insieme a quattro Maserati 250F. Delle trentaquattro vetture iscritte alla competizione in serie C, dodici erano Maserati: cinque 300S, sei A6GCS e una 200SI. Una Lister del 1956 con un motore Maserati guidata da Ben Short è salita sul podio al secondo posto.

Ma la presenza di Maserati non era limitata al solo autodromo. La Casa del Tridente, che ha infatti recentemente rinnovato la sua partnership come auto ufficiale dello Yacht Club De Monaco, era presente nella splendida terrazza del fantastico edificio, progettato da Forster + Partners per essere il fulcro simbolico del fronte ristrutturato del porto di Monaco. Ospiti e clienti del marchio Maserati hanno così potuto godere del brivido e dell’emozione del Grand Prix de Monaco Historique e della straordinaria esposizione di una 3500 GT Vignale Spyder e dell’iconica Maserati 250F.

Ultima modifica: 15 maggio 2018