Sicurezza in pista, mascherine italiane BLS per il team Yamaha MotoGP

571 0
571 0

Con l’obiettivo di proteggere piloti e team dalla pandemia da Covid-19 che continua a rappresentare un problema da affrontare su scala globale, BLS Group scende in pista al fianco di Yamaha Motor Racing come partner ufficiale. 

L’azienda italiana – specializzata al 100% nella produzione di dispositivi di protezione delle vie respiratorie da oltre 50 anni – per tutta la stagione 2022 fornirà infatti maschere protettive FFP2 personalizzate, conformi ai criteri stabiliti da Dorna Sports e in linea con gli standard e le norme di sicurezza di Yamaha. 

Questo significa che i piloti – Fabio Quartararo, Campione del Mondo MotoGPTM 2021, e Franco Morbidelli – oltre all’intero Team Monster Energy Yamaha MotoGP e allo staff Yamaha presente ai Gran Premi potranno svolgere i propri compiti all’interno del paddock e dei box in pieno comfort e consapevoli della propria sicurezza.

La FFP2 prodotta e certificata da BLS nasce proprio con l’intento di ribadire l’importanza del proprio respiro e della propria salute e di indossare dispositivi di protezione individuale pratici ma certificati e sicuri, per proteggersi – e proteggere gli altri – in ogni contesto.
Alla sicurezza si aggiunge il comfort: con il suo formato verticale, la maschera si adatta perfettamente al viso e garantisce un fitting ottimale su volti di dimensioni e forme diverse. Inoltre, la presenza degli elastici nucali evita di esercitare pressione sulle orecchie, anche durante l’utilizzo prolungato. 

Grazie alla partnership partita all’inizio del 2022, le nuove maschere BLS – appositamente progettate per il Team Monster Energy Yamaha MotoGP, lo staff Yamaha e i piloti – sono state utilizzate già lo scorso weekend, in occasione del primo test ufficiale a Sepang (Malesia) e verranno utilizzate anche al prossimo test MotoGP previsto a Mandalika (Indonesia) nei giorni 11-13 febbraio. 

Lin Jarvis, Managing Director di Yamaha Motor Racing commenta: Diamo un caloroso benvenuto al BLS Group nella nostra comunità. La pandemia continua a rappresentare un rischio per il paddock MotoGP che viaggerà per 21 Gran Premi in giro per il mondo. Sarà una sfida mantenere in buona salute e ‘negativi al Covid’ i nostri piloti e lo staff Yamaha per i prossimi 9 mesi. Dobbiamo utilizzare i migliori strumenti che garantiscano la migliore protezione possibile. BLS Group è un’azienda italiana e ora stiamo lavorando fianco a fianco per assicurarci di avere maschere che siano protettive e anche confortevoli da indossare, dato che i membri della nostra squadra trascorrono lunghe giornate al lavoro durante i fine settimana di gara. Siamo felici di aver trovato in BLS un partner che comprenda le nostre esigenze lavorative e che sia pienamente motivato ad aiutarci a proteggere noi stessi e gli altri”.

Le parole di Pier Paolo Zani, CEO di BLS

È un grande onore per BLS diventare partner di Yamaha Motor Racing e del team Monster Energy Yamaha MotoGP, con la fornitura di prodotti che proteggeranno le vie respiratorie del team durante tutta la stagione. Tutti i luoghi di lavoro devono essere protetti dagli agenti esterni, sia inquinanti che patogeni, e siamo molto felici di aver trovato una realtà così preparata e attenta, che mette al primo posto la sicurezza, individuale e collettiva”. 

Ultima modifica: 24 febbraio 2022

In questo articolo