Lyft pensa alla ‘Zen Mode’: l’opzione per evitare il tassista chiacchierone

686 0
686 0

Il futuro riservato ai servizi di taxi è a guida autonoma. Sempre più aziende stanno tentando di sviluppare delle soluzioni di trasporto urbano che possano fare a meno dell’autista, con l’obiettivo di rendere più confortevole, efficace e sicura l’esperienza dell’utente. Forse non è una prospettiva proprio a breve termine: i test sono ancora in corso e le normative non appaiono ancora accomodanti, ma intanto Lyft, società fra le più attive nel settore, sta pensando di cominciare a eliminare almeno in parte la presenza del tassista. L’idea è quella di inserire fra le opzioni di scelta dell’utente che prenota il suo veicolo Lyft anche la cosiddetta Zen Mode. In sostanza il cliente, al momento della richiesta tramite app, potrà letteralmente decidere se far parlare o meno il proprio conducente.

Leggi anche: Ford si allea con Lyft: in arrivo una flotta di auto a guida autonoma

Detto in parole povere, la Zen Mode è una sorta di soluzione contro i tassisti chiacchieroni, quelli che, in buona fede, cercano di creare una conversazione con il proprio cliente durante la corsa. Uno scenario che per molti risulta indifferente o anche piacevole, ma che può dar noia ad altri, soprattutto in momenti, come ad esempio al mattino presto, in cui si vorrebbe solo rilassarsi e viaggiare in silenzio verso la propria meta.

A questa idea ha accennato lo stesso Taggart Matthiesen, numero uno della divisione che si occupa dei prodotti e delle tecnologie di guida autonoma dell’azienda. “Ci stiamo pensando”, ha detto Matthiesen, “Credo sia interessante. A un certo punto potremo anche implementare questa opzione, ma al momento non è ancora attiva”. Sarà una soluzione temporanea: l’obiettivo è la completa eliminazione del conducente umano: “L’auto a guida autonoma saprà molte più cose su di te” ha aggiunto Matthiesen, “Conoscerà la temperatura che desideri. Probabilmente sarà in grado di riconoscere che è mattino presto, abbassando l’illuminazione nell’abitacolo per farti dormire. Potrai anche rilassarti sul sedile, che si reclinerà automaticamente”.

Ultima modifica: 27 luglio 2018