L’ex capo di Renault Thierry Bolloré è il nuovo CEO di Jaguar Land Rover

193 0
193 0

L’ex CEO di Renault Thierry Bolloré è stato nominato nuovo CEO di Jaguar Land Rover. A partire dal prossimo 10 settembre sostituirà Ralf Speth alla guida della società britannica. Speth rimarrà in JLR, ma con un ruolo non esecutivo.

Il nuovo amministratore delegato avrà il compito di guidare Jaguar Land Rover in un momento particolarmente delicato, segnato da un grave crollo della domanda globale di auto causato soprattutto dalla pandemia di coronavirus. La società stava in realtà già lavorando sulla riduzione dei costi per ripristinare la redditività ben prima che la crisi sanitaria colpisse l’industria automobilistica nei mesi appena passati, ma l’emergenza Covid-19 ha certamente reso ancora più preoccupante la situazione.

Thierry Bolloré è considerato un veterano nel mondo dell’automotive, un uomo che può avere le carte giuste per trovare soluzioni adatte a ridare respiro a Jaguar Land Rover. Questo nuovo incarico può essere inoltre per Bolloré un modo per riscattarsi. Il dirigente, lo ricordiamo, era stato infatti espulso da Renault poco meno di un anno fa: la casa francese era alla ricerca di “una boccata d’aria fresca” dopo lo scandalo legato all’arresto dell’ex presidente dell’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi Carlos Ghosn. Bolloré era, secondo il consiglio di amministrazione Renault, troppo legato alla vecchia dirigenza e troppo vicino a Ghosn.

“Sarà un privilegio guidare questa fantastica azienda attraverso quello che continua ad essere il momento più impegnativo della nostra generazione”. Così ha commentato Thierry Bolloré una volta saputa la notizia della sua nomina a CEO di Jaguar Land Rover.

Ultima modifica: 28 luglio 2020