Le auto usate più lente da vendere

487 0
487 0

Autouncle.it ha cercato le auto usate più lente da vendere, cioè quelle vendute “in più giorni”, tra la fine del 2018 e lo scorso gennaio.
Si tratta di auto con più di 10 anni, che hanno venduto almeno un migliaio di esemplari. Va detto che, come budget, i modelli superano tutti i 10mila euro, cioè uno degli “scogli ideali” per chi cerca l’usato. In altre parole, è facile trovare auto similari a quelle della classifica, ma a prezzi inferiori, motivo per cui le 10 che abbiamo evidenziato potrebbero incontrare più difficoltà ad essere vendute.

Al primo posto c’è, ad esempio, la Volvo XC60. Questa suv di lusso sfrutta la meccanica della più grande XC90, della quale porta gran parte dei pregi: finiture molto curate, un abitacolo luminoso e con forme minimaliste, un elevato comfort di marcia e tanti sistemi di sicurezza. Ma, a ben guardare, il baule non è così generoso in relazione alle dimensioni esterne. Forse molte suv, anche più piccole, in questo sono migliori. Potrebbe, appunto, essere questo uno dei motivi di scarso successo della XC60 nell’usato. E, volendo essere pignoli, si trovano anche suv altrettanto eleganti che costano meno.

Secondo posto per la prima generazione della Opel Insignia che, a dire il vero, nel nuovo ottenne particolare successo con una produzione di circa 930mila esemplari in 9 anni di vita, facendo quasi dimenticare gli esiti incerti della precedente Vectra. Il successo fu ancora più eclatante se si considera che la vettura fu “Auto dell’anno” nel 2009. Oggi, però, i gusti sono cambiati.

Si ritorna al suv/fuoristrada con la Land Rover Range Rover Sport. Rispetto alla Range “normale” è più bassa e filante, ma ha il medesimo passo (292 cm) e, dunque, un abitacolo altrettanto accogliente e lussuoso. Inoltre, permette di viaggiare anche in sette: i due posti aggiuntivi emergono elettricamente dal fondo del baule. Però, vale anche per lei il discorso della non facile accessibilità in quanto a budget.

Il caso Freemont

C’è un tipo di auto simile anche al quarto posto, con la Fiat Freemont, anche se il numero di esemplari venduti è di gran lunga superiore alle auto precedenti. Alla sua uscita, la Freemont fece parlare di sé in quanto primo modello frutto dell’alleanza tra Fiat Group Automobiles e Chrysler Group: appartiene infatti alla stessa famiglia della Dodge Journey, da cui deriva strettamente. Certo, nell’usato (soprattutto ora che è fuori produzione) sembra avere perso un po’ di fascino.

Tutt’altro genere di auto a seguire, con la Toyota Auris, tranquilla berlina da famiglia, e la BMW 520 (ben più costosa) che nell’estate del 2013 ha visto il restyling di mezza età: gli aggiornamenti sono lievi, ed interessano il frontale, con i nuovi fari allo xeno ed una calandra dal disegno rivisto.

Si è parlato in questi giorni della la versione “N” della Hyundai i30 Fastback, che farà il proprio debutto come Safety Car ufficiale nel campionato di Superbike: la vedremo impegnata sul circuito di Philp Island in Australia, per tenere a bada le moto più potenti al mondo. Nell’usato, la versione più “tranquilla” dell’auto è all’ottavo posto della nostra classifica.

L’anno scorso si è invece parlato della TrackHawk, la versione più potente mai realizzata della Jeep Grand Cherokeecon il prodigioso motore V8 HEMI dalla Dodge Challenger Hellcat. Per l’usato recente, i Grand Cherokee restano tra i suv di lusso che costano meno (apparente paradosso).

Ideale per le famiglie, invece, la Ford S-Max, generosa monovolume che in 480 cm di lunghezza può ospitare anche 7 passeggeri.

Anche Porsche

Al decimo posto c’è infine la Porsche Cayenne, vera istituzione tra i suv di lusso, per non dire pioniere di un intero segmento. L’auto ha dimostrato al mondo come un marchio di pregio riesca ad incrementare le vendite cambiando totalmente genere.

Le auto usate più lente da vendere

Ultima modifica: 5 febbraio 2019