Le 4 Aston Martin del nuovo film di James Bond

174 0
174 0

Nel 2020 arriverà nelle sale cinematografiche il venticinquesimo capitolo della saga di James Bond, intitolato ‘No Time to Die’. In molti si chiederanno quale nuova auto avrà per le mani 007, magari una Aston Martin, marchio che da sempre accompagna le gesta dell’agente segreto più famoso al mondo. Ebbene, stavolta la produzione ha voluto fare le cose in grande, mettendo in scena ben quattro Aston Martin, di cui due nuovissime e due vecchie glorie del brand inglese.

Leggi anche: Land Rover Defender 2020: la prima immagine dal set di 007

‘No Time to Die’, che uscirà nell’aprile 2020, metterà in scena un duo di Aston Martin che hanno già prestato il loro servizio in passato nelle pellicole di James Bond. Una è ovviamente la Aston Martin DB5, la prima comparsa nella saga nel film del 1964 ‘Missione Goldfinger’. La bella gran turismo ha servito Bond anche in altri lungometraggi: ‘Thunderball (Operazione Tuono)’ del 1965, ‘GoldenEye’ del 1995, ‘Il domani non muore mai’ del 1997, ‘Casino Royale’ del 2006 e ‘Skyfall’ del 2012.

L’altro pezzo storico che apparirà in ‘No Time to Die’ è la bellissima Aston Martin V8 Vantage del 1977 (all’epoca soprannominata “La prima supercar inglese”), in mano a James Bond nel 1987 nella pellicola ‘Agente 007 – Zona pericolo’.

Le altre due Aston Martin, come già anticipato, saranno invece tutte nuove. Parliamo della Aston Martin DBS Superleggera e della futuristica hypercar Aston Martin Valhalla.

Ultima modifica: 10 ottobre 2019

In questo articolo