Laurea ad honorem per l’inventore del common rail

855 0
855 0

Si chiama Mario Ricco, è italiano ed ha 78 anni: è lui l’inventore della tecnologia diesel common rail, sistema che oltre venti anni fa ha rivoluzionato il mondo dell’automobile. Il prossimo 5 giugno, presso l’Università di Perugia, riceverà un importante riconoscimento ufficiale: una laurea honoris causa in Ingegneria meccanica.

Leggi anche: Common rail: cos’è e a cosa serve

COME È NATO IL COMMON RAIL

All’inizio degli anni Novanta Mario Ricco iniziò a lavorare a un progetto di ottimizzazione del sistema di propulsione diesel, all’epoca ancora poco efficiente. Il suo ruolo era di fisico ricercatore e direttore presso la Elasis, società che assieme a Magneti Marelli e al Centro Ricerche Fiat si occupava appunto in quegli anni di trovare delle nuove soluzioni in merito ai sistemi di a gasolio.

Alfa Romeo 156 - 1997 - La prima diesel con sistema common rail
Alfa Romeo 156 – 1997 – La prima diesel con sistema common rail (Foto: Alfa Romeo)

Trovata la quadra, la nuova tecnologia venne subito brevettata e implementata per la prima volta sulla Alfa Romeo 156, nel 1997. Passò dunque nelle mani di Bosch, che ne raffinò i dettagli, andando ad accessoriare i nuovi motori diesel delle Mercedes Classe C. Da allora il sistema diesel common rail è stato utilizzato in tutti i motori a gasolio, con i dovuti aggiornamenti.

MARIO RICCO, IL FISICO ORA INGEGNERE

Durante la sua carriera Mario Ricco è stato sempre chiamato dai suoi collaboratori “ingegnere”, nonostante fosse un “povero fisico” (questa la sua risposta). Dal prossimo 5 giugno Ricco, attualmente impiegato come direttore del Distretto Meccatronico Regionale e Digital Innovation Hub della Puglia (MEDIS DIH), non avrà più motivo di correggere i suoi interlocutori, diventando a tutti gli effetti un ingegnere.

Ultima modifica: 4 giugno 2019