Lamborghini vittoria e podio nel GT World Challenge Europe a Barcellona

253 0
253 0

Una vittoria e un podio targate Emil Frey Racing per Lamborghini al Montmelò, teatro dell’ultimo round stagionale della GT World Challenge Europe by AWS Sprint Cup; successo in gara 1 per la Huracán GT3 Evo n. 163 di Albert Costa e Giacomo Altoé, terzo posto in gara 3 per i compagni di scuderia Mikael Grenier e Ricardo Feller.

Lamborghini Emil Frey Racing – GT World Challenge Europe 2020

In gara 1 parte bene il poleman Feller, subito all’attacco il Lamborghini Factory Driver Altoé, che scatta dalla terza posizione e ingaggia un duello con la Mercedes n. 89. L’intervento della safety car, per una vettura finita fuori pista, pone momentaneamente fine alle ostilità. Dopo 25 minuti di gara si apre la pit window che permette alle vetture di rientrare ai box per il cambio pilota obbligatorio: le due Lamborghini rientrano in contemporanea, con Grenier che sostituisce Feller e Costa che rileva Altoé.

Completate le soste Grenier è al comando, seguito da Costa che guadagna il secondo posto grazie a un pit-stop velocissimo. La seconda parte di gara è una cavalcata targata Emil Frey Racing, con Costa incollato al posteriore della Huracán n. 14 mentre gli inseguitori perdono progressivamente terreno. Al giro 24 Costa conquista il comando sorpassando il compagno di scuderia sul rettilineo.

Arrivo in parata delle due Lamborghini, che tagliano il traguardo al primo e secondo posto dopo aver percorso gli ultimi giri in regime di safety car. Doppio successo per Emil Frey Racing, che oltre alla vittoria assoluta con Costa e Altoè centra anche il primo posto in categoria Silver.

In Gara 2 Costa scatta perfettamente dalla pole, tenendosi fuori dai guai, mentre alle sue spalle si scatena la lotta per il secondo posto. Parte bene anche Grenier, che guadagna subito quattro posizioni al volante della n. 14. Velocissimo sulla pista di casa, Costa cerca di staccare gli inseguitori alzando il ritmo e inanellando una serie di giri veloci che gli consente di consegnare la vettura al compagno Altoé con un ampio margine di sicurezza.

Altoé gestisce il vantaggio

Nella seconda parte di gara Altoé gestisce il vantaggio alla perfezione, tenendo a distanza l’Audi n. 66 e la Mercedes n. 4, nonostante l’ingresso della safety car abbia temporaneamente ricompattato il gruppo di testa. Allo scadere dei 60 minuti il giovane pilota ufficiale taglia il traguardo per primo centrando la seconda vittoria del weekend. Vittoria poi annullata dalla direzione gara che penalizza con 35 secondi l’equipaggio per un’infrazione durante il pit stop: la Huracán n. 163 viene retrocessa al 16° posto.

In Gara 3 Costa parte dalla quarta posizione ma il suo attacco alle posizioni di testa viene subito fermato dall’ingresso della safety car in seguito a un incidente durante la partenza. Al 4° giro viene esposta bandiera verde ma la situazione rimane invariata fino ai pit-stop di metà gara, quando Costa lascia il volante ad Altoé.

Il Factory Driver viene sorpassato dal compagno di scuderia Feller, al volante della Huracán n. 14 che si lancia all’inseguimento dell’Audi n. 31.

Il sorpasso avviene a pochi minuti dalla bandiera a scacchi in seguito a un breve ma intenso duello alle curve 7 e 8: podio assoluto e vittoria di classe Silver per Feller e Grenier, quinto posto per Altoé e Costa.

Ultima modifica: 11 ottobre 2020

In questo articolo