Lamborghini, doppietta nel GTWC America e vittoria nel GT Open

153 0
153 0

Tori da corsa sugli scudi. Lamborghini vince entrambe le gare del Fanatec GT World Challenge America powered by AWS al Virginia International Raceway con Huracán GT3 EVO n. 1 del team K-Pax Racing, affidata al pilota ufficiale Andrea Caldarelli e al GT3 Junior Driver Michele Beretta. Grazie alla doppietta del VIR il team statunitense porta a 11 le vittorie consecutive dal 2021.

Il fine settimana è iniziato con la pole position firmata da Beretta, autore del miglior tempo nella prima sessione di qualifica con un crono di 1:43.411, quasi cinque decimi più veloce della Mercedes della Mercedes n. 6. In gara 1 ottima partenza di Beretta che prende subito il comando, seguito dal compagno di squadra Misha Goikhberg al volante della Huracán n. 3. La prima metà gara è caratterizzata dal duello tra i due piloti Lamborghini, con Beretta che resiste agli attacchi di Goikhberg, costretto ad abbandonare la lotta a causa di una foratura poco prima della sosta ai box. Beretta cede il volante a Caldarelli che consolida il vantaggio, tagliando il traguardo con un vantaggio di oltre 17 secondi sulla BMW n. 96; 7° posto assoluto e podio in classe Pro per Goikhberg, poi rilevato dal compagno Jordan Pepper.

In gara 2 Caldarelli parte dal sesto posto e si porta subito all’attacco ma due periodi di full course yellow gli impediscono di rimontare. A metà gara il pilota ufficiale Lamborghini lascia la vettura a Beretta, che rientrato terzo riesce a conquistare la leadership in pochi giri e a tagliare il traguardo per primo. Il prossimo appuntamento con il GT World Challenge America è in programma a Watkins Glen (New York) dal 22 al 24 luglio.

Hurrà a Spa-Francorchamps

Vittoria Lamborghini anche nel terzo appuntamento dell’International GT Open sul circuito di Spa-Francorchamps. Pole e terzo successo della stagione di Leonardo Pulcini e Benjamín Hites (Oregon Team), tornati in testa alla classifica del campionato dopo avere dominato le due gare dell’Estoril. Dietro di loro l’altra Huracán GT3 Evo di Kevin Gilardoni e Glenn van Berlo, secondi al traguardo, ma terzi in classifica a causa di una penalizzazione di 10″ per un track limits.

Benjamín Hites – Leonardo Pulcini – International GT Open Spa

In Belgio, Pulcini e Hites si sono presentati con il miglior tempo combinato ottenuto nelle due sessioni di qualifica di sabato, precedendo di 24 millesimi la McLaren di Nick Moss e Joe Osborne. Subito dietro, in seconda fila, l’altra Lamborghini di Gilardoni e van Berlo. Al via della gara di due ore e 20 minuti più un giro (format inedito adottato in luogo della doppia sprint race), Hites è andato regolarmente al comando, mentre alle sue spalle Gilardoni ha subito guadagnato una posizione risalendo secondo per poi scivolare quarto. Dopo tre giri Hites ha perso la posizione di testa, retrocedendo successivamente terzo prima dell’intervento di una safety car. Dopo la prima sosta Pulcini si è ritrovato al comando, con van Berlo terzo. L’olandese è poi risalito secondo, portandosi a due secondi e mezzo dal compagno di squadra.

A quasi un’ora dalla fine ancora una sosta, con Hites e Gilardoni rientrati nell’ordine primo e secondo: nel frattempo entrambi i piloti sono stati penalizzati di 5 secondi per aver superato i track limits.

A 40 minuti dal termine una seconda neutralizzazione, poi l’ultima sosta, con van Berlo che rileva Gilardoni e Pulcini, subentrato a Hites, che rientra in testa davanti a van Berlo, con le due Lamborghini in parata al traguardo.

Ritorno in vetta

Hites e Pulcini tornano in testa alla classifica generale con 68 punti, dieci in più rispetto ai compagni di squadra Gilardoni e van Berlo. Il prossimo appuntamento sarà quello dell’Hungaroring, in programma nel fine settimana del 9 e 10 luglio.

Leggi ora: tutte le news Lamborghini

Ultima modifica: 20 giugno 2022

In questo articolo