La Tesla Model Y verrà costruita sulla base della Model 3. Ecco perché

495 0
495 0

No, la nuova Tesla Model Y non si baserà su una piattaforma nuova costruita ad hoc. L’atteso nuovo SUV elettrico di Elon Musk verrà realizzato partendo dalla stessa piattaforma modulare della Model 3.

Tesla Model 3
Tesla Model 3 (Foto: Tesla)

PRIMA SUL MERCATO A COSTI RIDOTTI
La decisione è stata presa dal fondatore e ceo di Tesla, su consiglio degli amministratori senior della compagnia. Musk ha annunciato questo cambio di rotta in occasione della presentazione dei risultati finanziari dell’azienda riferiti al secondo trimestre del 2017. Risultati che confermano la crescita Tesla (+53% di consegne dei veicoli, rispetto allo stesso periodo), ma anche una perdita netta di 336,4 milioni di dollari. Si tratta dunque di un momento delicato per la società, che ha dalla sua comunque un’ampia disponibilità di cassa (3 miliardi di dollari) proveniente dal successo della Model 3, con i suoi innumerevoli ordini e pre-ordini.

Scegliere di non realizzare una nuova piattaforma ha quindi come principale motivo l’evidente risparmio sui costi di produzione, potendo utilizzare una tecnologia già pronta. Ma anche la riduzione dei tempi di realizzazione è una ragione importante: la Tesla Model Y, in questo modo, potrebbe arrivare prima sul mercato rispetto alla tabella di marcia, probabilmente già nel 2019 o al massimo nel 2020. Cavalcando l’onda fortunata della Model 3.

Leggi anche: Consegnate le prime 30 Tesla Model 3, autonomia fino a 500 km

Come avevamo visto, infatti, tali date si riferivano al lancio della nuova piattaforma, e sono diventate ora l’appuntamento stimato per cominciare a vedere sulle strade la nuova creatura Tesla.

Ultima modifica: 3 agosto 2017