La curiosa storia della Yamaha XS850 alimentata a vodka

783 0
783 0

Lo scorso 27 agosto una Yamaha XS850 del 1980 è riuscita a raggiungere i 180 km/h in una prova di velocità sulla Bonneville Salt Flats, la celebre pianura di sale che si trova nello stato dello Utah, in USA. La notizia, però, non è legata né alla velocità raggiunta e nemmeno al modello in sé, ma al carburante utilizzato: la vodka!

Questa moto classica è infatti di proprietà di Ryan Montgomery, titolare della distilleria Montgomery (Montana, USA), il quale, assieme a una squadra di tecnici, è riuscito a modificarla in modo da farla funzionare con il distillato.

Leggi anche: La curiosa storia dello scoiattolo che ha rotto una Golf

Il combustibile è stato creato riciclando le teste del processo di distillazione, un taglio che viene di solito buttato via nella produzione di spiriti a causa delle sue impurità, che lo rendono inadatto al consumo umano. Ma, secondo Montgomery, facendo vodka si riesce a ottenere una testa fatta di etanolo abbastanza buono per essere utilizzato in un motore. E a giudicare dal risultato ottenuto a Bonneville l’idea è stata vincente.

Leggi anche: Limo-Jet, l’aereo trasformato in limousine

La Yamaha XS850 del 1980 alimentata a vodka è stata ribattezzata Sudden Wisdom, (come uno dei whisky di segale prodotti dalla Montgomery Distillery), che in italiano significa “saggezza improvvisa”: forse un modo per richiamare appunto l’improvvisa illuminazione che deve essere venuta a Ryan Montgomery.

Con questi 180 km/h la moto ha stabilito il record (non ufficiale) della Bonneville Salt Flats nella categoria “carburanti alternativi”.

Ultima modifica: 4 settembre 2018