Justin Bieber entra nella black list Ferrari: il Cavallino non gli venderà mai più auto

388 0
388 0

Per poter acquistare un modello Ferrari non è sufficiente la sola ampia disponibilità economica. Dai suoi facoltosi clienti, infatti, il Cavallino di Maranello pretende anche il rispetto di un severo codice di comportamento. Lo ha recentemente scoperto Justin Bieber: la celebre popstar canadese si è vista infatti inserire nella blacklist Ferrari. A causa di alcuni comportamenti lesivi della reputazione del marchio italiano, per il cantante non sarà più possibile acquistare un modello Ferrari.

Bieber ha mancato di rispetto due volte alla sua Ferrari 458, acquistata nel 2015. Innanzitutto è capitato che la dimenticasse letteralmente: il cantante non ricordando dove l’avesse parcheggiata ha sguinzagliato dei membri del suo staff per ritrovarla. Non solo l’episodio in sé dimostra una noncuranza discutibile, ma il carico da undici è dato dal fatto che Bieber abbia voluto anche raccontare divertito l’accaduto sui propri canali social.
Il secondo motivo di biasimo da parte di Ferrari è stata la decisione di Bieber di riverniciare la sua 458 in un inconsueto blu elettrico, per poi metterla all’asta. Sono entrambe pratiche che il Cavallino raccomanda di non eseguire, proprio per una questione di immagine del marchio.

Per queste due ragioni Justin Bieber non avrà più accesso al catalogo Ferrari: un destino condiviso con diversi altri arcinoti personaggi internazionali, come ad esempio Nicolas Caghe, Tyga, 50 Cent, Kim Kardashian e Floyd Mayweather. Ognuno, per un motivo o per l’altro, ha minato la buona reputazione e l’immagine di Ferrari: il Cavallino a quanto pare non perdona.

Ultima modifica: 3 maggio 2022