Jaguar Land Rover: stop della produzione per una settimana, causa Brexit

767 0
767 0

Jaguar Land Rover ha annunciato che fermerà per una settimana la produzione nelle sue fabbriche britanniche, a partire dall’1 novembre, per limitare i possibili danni di una Brexit con no deal.

Leggi anche: Aston Martin bacchetta il governo UK: meglio una Brexit senza accordi

Lo stop, secondo i vertici dell’azienda, è necessario per affrontare il probabilissimo intoppo produttivo dovuto a un’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea senza accordi. “Non possiamo pensarci”, dice Ralf Speth, amministratore delegato Jaguar Land Rover, “dobbiamo solo farlo. Abbiamo bisogno di 20 milioni di parti al giorno e ciò significa dover prendere impegni seri con i nostri fornitori. Dobbiamo avere tutte le parti disponibili e averle ‘just in time'”.

La produzione verrà fermata negli stabilimenti JLR di Castle Bromwich, Solihull, Halewood e Wolverhampton, i quali assieme contribuiscono solitamente per quasi un terzo nella produzione automobilistica britannica.

Jaguar Land Rover non è sola: anche Toyota e BMW hanno messo in campo la medesima strategia in vista di una Brexit con no deal.

Ultima modifica: 30 settembre 2019