Jaguar in controtendenza: no alle grandi griglie frontali

874 0
874 0

Julian Thomson, nuovo direttore del design Jaguar, ha affermato che la casa automobilistica inglese andrà stilisticamente in controtendenza rispetto alle dirette concorrenti premium: niente enormi griglie anteriori per i nuovi veicoli Jaguar.

Parlando alla stampa in merito al lancio della nuova Jaguar F-Type, Thomson ha fatto riferimento a una tendenza progettuale a suo dire figlia di una domanda proveniente dal mercato cinese.

In un’intervista a CarThrottle, Thomson ha così spiegato il proprio pensiero:

“La Cina ha solo una prima e seconda generazione di proprietari di auto, piuttosto ossessionati dal marchio, anche senza sapere che di marchio si tratti. Quindi molti produttori hanno reagito a questa tendenza realizzando frontali molto appariscenti sui propri modelli, solo per farsi riconoscere meglio”.

Per Thomson si tratta di una scelta sbagliata: “Sono convinto che alcuni dei nostri concorrenti”, ha affermato il numero uno del design Jaguar, “abbiano esagerato nel tentativo di enfatizzare eccessivamente il marchio, il volto dell’auto, con risultati in molti casi abbastanza rozzi”.

Jaguar dunque non intende torturare così i propri prodotti. Come i suoi concorrenti anche Jaguar ha intenzione di distinguersi con successo nell’importante mercato cinese, ma vuole farlo in maniera diversa. “I marchi premium come il nostro”, ha concluso Thomson, “hanno bisogno di linguaggi di design molto più coerenti e riconoscibili, ma non devono essere stravaganti. Non faremo queste grandi griglie. Dobbiamo assicurarci che Jaguar abbia una propria integrità”.

Ultima modifica: 31 gennaio 2020