Impianto: scarico come funziona e com’è composto

13556 0
13556 0

Oggi andremo ad illustrarvi il funzionamento dell’impianto di scarico. Vediamo da cosa è composto e quali sono le sue caratteristiche.

L’impianto di scarico è una componente molto importante del motore. Bisogna prima di tutto sapere che quella che viene definita marmitta, è solo una componente dell’impianto di scarico. Andiamo ad esaminare nello specifico da cosa è composto quest’ultimo.

Com’è composto

L’impianto di scarico è un sistema complesso che parte dal motore e giunge fino all’estremità dell’automobile. Un impianto di scarico completo è diviso in parti diverse. Le parti principali che compongono un impianto di scarico sono i collettori, il centrale e il terminale. Se torniamo indietro di due decenni, la funzione principale dell’impianto di scarico era quella di massimizzare le prestazioni e l’efficienza del motore e di andare a silenziare il rumore dello scoppio. Per questo motivo l’impianto di scarico veniva definito anche silenziatore.

Ai giorni nostri, l’impianto di scarico, oltre a tutte le sue funzioni classiche, ha anche l’importante funzione di ridurre le emissioni inquinanti, per la grande attenzione che oggi si presta al concetto di sostenibilità e di rispetto dell’ambiente. Il collettore di scarico è costituito dall’insieme di tanti tubi, quanti sono i cilindri del motore; essi confluiscono tutti in un unico bocchettone. Le parti che costituiscono il collegamento prendono il nome di flange. Alla fine del collettore, esattamente prima dell’inizio del tratto intermedio che porta al silenziatore, vi è il flessibile; si tratta di un componente di raccordo che ha la funzione di assorbire tutti i movimenti del motore all’interno del cofano.

Il flessibile è costituito da un’anima di filo di acciaio, avvolto attorno ad una molla elicoidale che ha le spire accostate tra loro. L’ultima componente è il silenziatore; esso ha la funzione di assorbire parte del rumore che inevitabilmente viene prodotto dalla combustione.

A cosa serve

I gas combusti, quando vengono rilasciati dal cilindro, conservano ancora una notevole energia. Inoltre essi sono caratterizzati da una grande velocità e da una temperatura elevata. La funzione importante dell’impianto di scarico è proprio quella di smaltire i gas in maniera sicura, silenziosa, e con particolare attenzione ad intervenire sulle loro caratteristiche inquinanti e dannose per l’ambiente, in modo da modificare il più possibile le loro qualità inquinanti.

Nei motori di ultima generazione vi è una grande attenzione all’aspetto della sostenibilità nella progettazione degli impianti di scarico; la stessa attenzione viene riservata per la gestione delle temperature e la sicurezza del sistema.

Ultima modifica: 20 febbraio 2018