Hyundai: 1,1 miliardi di dollari per due nuovi impianti di celle a combustibile in Corea

112 0
112 0

Hyundai è una delle case automobilistiche più impegnate nel settore della mobilità a idrogeno. Un recente esempio di questo impegno è rappresentato dal grande investimento effettuato da Hyundai Mobis, società che fornisce componenti e tecnologie al marchio coreano. Parliamo di circa 1,1 miliardi di dollari (quasi 1 miliardo di euro) messi sul piatto per realizzare due nuovi grandi impianti di produzione per celle a combustibile a idrogeno.

I nuovi poli di produzione sorgeranno in Corea, presso il complesso industriale Cheongna International City di Incheon, e inizieranno ad essere operativi nella seconda metà del 2023. Quando arriveranno alla piena capacità, i due impianti saranno in grado di produrre fino a 100mila celle a combustibile a idrogeno all’anno.
Nel progetto è previsto un terzo impianto, per il quale però non ci sono ancora tempi esatti riguardo alla sua realizzazione.

Hyundai Mobis si può considerare una veterana della tecnologia a idrogeno per il mondo dell’auto. Nel 2018, infatti, è diventata la prima azienda al mondo a creare un sistema di produzione completo, che va dalla pila di cella a combustibile fino a tutti i prodotti elettronici derivati: una catena di produzione che si trova nel centro industriale di Chungju, dove vengono sfornati circa 23mila sistemi di celle a idrogeno all’anno.

“Nonostante tutte le incertezze, compreso il Covid-19, abbiamo deciso di fare questo investimento su larga scala per garantirci la competitività di mercato nel settore globale delle celle a combustibile. Continueremo a investire di più nelle strutture e a rafforzare la nostra capacità di ricerca e sviluppo”: sono le parole di Sung Hwan Cho, presidente e CEO di Hyundai Mobis.

Ultima modifica: 11 ottobre 2021